Vediamo come usare in cucina questa farina particolare che non tutti conoscono, priva di glutine e ottima per preparare ricette dolci e salate 

farina

Siamo abituati a sentir parlare spesso di farina 00, farina per dolci, pizze o integrale. Ma in realtà ne esiste un tipo particolare che prende il nome di farina tapioca. Quest’ultima è priva di glutine, risulta quindi essere utile in casi di celiachia o di sensibilità al glutine. Si consiglia sempre, in ogni caso, di valutare anche il parere del proprio medico quando si tratta di malattie così delicate.

La farina di tapioca (o manioca) è una fecola originaria dell’America meridionale, ha un elevato apporto calorico e ha un sapore dolciastro. Solitamente in cucina la si usa per la realizzazione di creme, in quanto funge da addensante oppure per la preparazione di prodotti per bambini.

100 g di farina corrispondono circa a 360 kcal e:

  • 0,06 g di proteine;
  • 0,2 g di lipidi;
  • 95 g di carboidrati;
  • 0,4 g di fibra;
  • 12,6 g di acqua.

Contiene vitamina B2, calcio, sodio, potassio e fosforo, ferro, zinco.

La farina di tapioca viene anche usata per la realizzazione delle famose sferette contenute nel Bubble Tea (un particolare thè taiwanese).

Indice dei contenuti

Vediamo come usare in cucina questa farina particolare che non tutti conoscono, priva di glutine e ottima per preparare ricette dolci e salate

È una farina altamente digeribile, questo consente di essere consumata da chi ha problemi a livello gastrointestinale dovute a patologie croniche. Potrebbe essere usata anche dai bambini in fase di svezzamento.

Grazie alla presenza di sali minerali come ferro e zinco, andrebbe a rafforzare il sistema immunitario avendo un’azione antiossidante. Per il sistema immunitario è molto importante la flora intestinale e questa farina sarebbe capace di ripristinarla.

Secondo diversi studi, sembrerebbe anche utile per chi soffre di problemi alle ossa e articolazioni in virtù del suo contenuto di calcio e fosforo.

Il potassio, invece, andrebbe a regolare la pressione sanguigna e il ferro favorirebbe una buona circolazione.

Come utilizzarla

Adesso vediamo come usare in cucina questa farina particolare, usandola come alternativa. Questo prodotto può essere usato come addensate per le zuppe, creme per torte al posto della solita farina di mais o di riso. Viene utilizzata per preparare, ad esempio, i budini oppure creme pasticcere. Se si vogliono invece realizzare prodotti da forno, si può usare per la realizzazione di cornetti, pizze o biscotti. Bisogna però mischiarla con altre farine come la 00 o di grano saraceno.

Lettura consigliata

Mettiamo via la solita zuppa di ceci, ecco come preparare con solo 6 ingredienti un gustoso snack croccante e light

Consigliati per te