Una nuova attività promettente e redditizia che farà impazzire i proprietari dei cani

Si tratta di un settore che molto probabilmente conoscerà una forte impennata nel prossimo futuro. Si tratta di una nuova attività promettente e redditizia che farà impazzire i proprietari dei cani. Fiori, cibo e merci di ogni genere vengono ormai sempre più spesso consegnate a domicilio. Considerato che sono sempre in aumento i padroni di cani qualcuno ha pensato di fornire loro anche questo servizio a domicilio. Si tratta della tolettatura per cani, servizio irrinunciabile per chi abbia scelto un animale di grossa taglia, difficile da lavare in casa.

I potenziali clienti

Chi decide di aprire un’attività del genere si rivolge soprattutto a chi abbia cani che mal sopportano la vicinanza di altri simili perché aggressivi o insicuri. Oppure è un’ottima soluzione per chi abbia cani anziani difficili da muovere. O ancora per chi abbia un cucciolo che non gradisce gli spostamenti in auto troppo lunghi o nel traffico.

Questo servizio inoltre elimina l’attesa in gabbia per il cane mentre il tolettatore è impegnato con l’animale precedente.

È davvero una nuova attività promettente e redditizia che farà impazzire i proprietari dei cani. Basti pensare all’estrema comodità di vedersi tolettare il cane a pochi metri da casa, su un furgone attrezzato raggiungibile con una piccola passeggiata in compagnia dell’amico a 4 zampe.

I vantaggi per chi apre questa attività

Intanto si risparmiano i costi dell’affitto di un locale che deve essere anche ampio per far sì che la sala di attesa sia comoda ed idonea. Il costo del furgone comprende anche i costi per la pubblicità perché un mezzo in movimento garantisce la massima visibilità possibile.

Attenzione all’assicurazione

Importante ricordare che si tratta pur sempre di un’attività che ospita e gestisce animali. Oltre all’assicurazione auto per il furgone, è bene munirsi anche di una polizza che copra i danni prodotti dagli animali stessi.

I permessi ed i titoli professionali necessari

I documenti necessari possono variare da comune a comune. Si suggerisce quindi di interpellare lo sportello attività produttive del proprio comune ed anche la Camera di Commercio

Consigliati per te