Tutti si dimenticano di pulire questa parte della lavatrice ma i cattivi odori vengono proprio da lì, ecco come rimediare senza sforzo

Niente di peggio che tirar fuori il bucato dalla lavatrice e scoprire che non sa di fresco. Anzi, odora proprio di muffa. Il problema deriva spesso da una mancata pulizia dell’elettrodomestico.

Generalmente ci si ricorda di lavare il cestello, le guarnizioni e il filtro. Ma la vaschetta del detersivo viene spesso ignorata. Tutti si dimenticano di pulire questa parte della lavatrice ma i cattivi  odori vengono proprio da lì, ecco come rimediare senza sforzo.

Perché una pulizia accurata della lavatrice è importante

Una pulizia superficiale della lavatrice ha molti svantaggi a cui non si pensa. In questo elettrodomestico si accumulano detersivo e calcare. Ma anche i residui di sporco che vengono dai vestiti. Per non parlare delle muffe!

Tutta questa sporcizia causa cattivi odori e mina l’igienizzazione dei capi. Ma non solo: rovina la lavatrice e fa aumentare il rischio che si rompa. Infine, non tutti lo sanno, ma una lavatrice sporca consuma più detersivo ed energia.

Insomma, ci sono molte buone ragioni per non trascurare la pulizia profonda della lavatrice. Eppure c’è un passaggio che viene spesso ignorato: lavare la vaschetta o cassetto del detersivo. Tutti si dimenticano di pulire questa parte della lavatrice ma i cattivi odori vengono proprio da lì, ecco come rimediare senza sforzo.

Come pulire la vaschetta del detersivo senza sforzo

Nella vaschetta si formano facilmente incrostazioni di detersivo. Ma non solo: il cassetto è particolarmente soggetto alla proliferazione delle muffe. Tutti si dimenticano di pulire questa parte della lavatrice ma i cattivi odori vengono proprio da lì, ecco come rimediare senza sforzo.

Non tutti lo sanno, ma il cassetto del detersivo si può rimuovere completamente dal resto della lavatrice. Attenzione, questo non vale per tutti i modelli. Prima di procedere, dunque, è meglio controllare se si ha a che fare con una vaschetta rimuovibile o meno.

Una volta sfilata la vaschetta, la si può lasciare a bagno in una soluzione di acqua calda e aceto, poi rimuovere le incrostazioni con uno spazzolino. Ma spesso manca il tempo per dedicarsi a questo processo laborioso. Per chi va di fretta, esiste una soluzione geniale: basta mettere l’intero cassetto in lavastoviglie! Dopo un ciclo breve, sarà perfettamente igienizzato e scintillante.

Questa soluzione può sembrare uno spreco d’acqua, ma ci sono altri oggetti che possono essere lavati in lavastoviglie. Per esempio, gli scopini e le palette. Combinando più oggetti nello stesso lavaggio si risparmia tempo ed energia.

Un altro trucchetto a cui pochi pensano, ma che semplifica veramente la vita, è questo: dopo aver usato la lavatrice, rimuovere la vaschetta e lasciarla asciugare prima di reinserirla. Una soluzione davvero senza sforzo che previene la formazione della muffa!

Approfondimento 

Come pulire le scarpe da trekking per evitare i cattivi odori

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te