Tre misteriose e stupende chiese da visitare in Italia che pochissimi conoscono

Il Mondo è un posto ricco di segreti e posti meravigliosi. Fare il turista e accontentarsi di visitare i posti segnati sulla mappa è sicuramente una bella esperienza, ma addentrarsi nei luoghi meno conosciuti può diventare qualcosa di irripetibile. L’Italia, in particolare, è un Paese ricco di meraviglie e di luoghi poco conosciuti che possono diventare meta di un interessante giro turistico.

Oggi proporranno ai Lettori tre misteriose e stupende chiese da visitare in Italia che pochissimi conoscono. Basta armarsi di buona volontà per programmare il prossimo itinerario in modo da poterle visitare e portarsi a casa ricordi splendidi.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Luoghi splendidi ma poco conosciuti

A Milano, in Lombardia, nella zona presso San Satiro si erge la maestosa chiesa di Santa Maria. Questa costruzione, però, non è quello che sembra. Quando si entra, gli occhi sono attratti dallo spazio maestoso e profondo dietro all’altare. Ci sono file di colonne che reggono un soffitto dipinto, il quale richiama gli archi sopra le panche. Uno scenario stupendo: peccato che sia fasullo.

L’illusione è data dal fatto che dietro l’altare c’è una parete abilmente dipinta. Fu l’artista Donato Bramante a dipingere sulla parete della chiesa quattrocentesca questo stupendo trucco, per compensare la sua superficie limitata. Dall’ingresso lo spazio sembra quello di una grandiosa cattedrale, ma basta avvicinarsi all’altare per svelare l’arcano.

Tutti conoscono la chiesa di Santa Maria della Concezione dei Cappuccini a Roma e le sue mummie di frati esposte nei loro abiti. Uno spettacolo impressionante che ha suggestionato molti turisti negli anni e anche personaggi come il Marchese de Sade e Mark Twain. Molti meno conoscono, invece, la Chiesa dei Morti di Urbania, nelle Marche.

Qui, una schiera di 18 figure accoglie i visitatori: sono corpi mummificati disposti in piedi dentro teche di vetro. I corpi si sono conservati naturalmente per tutto il Medioevo, grazie a una particolare muffa e appartenevano a famosi personaggi locali. Ciascuno di essi ha la propria storia e una morte spesso violenta dietro.

Tre misteriose e stupende chiese da visitare in Italia che pochissimi conoscono

Infine, una cattedrale meno tradizionale di quello che ci si aspetterebbe. In Lombardia, fuori Bergamo, nella zona oltre il Colle sorge la cosiddetta Cattedrale degli Alberi. Si tratta di un esempio di architettura vivente e in continua crescita. È l’ultima creazione dell’artista italiano Giuliano Mauri, che ne disegnò il progetto nel 2001.

Si basa su una struttura portante di 42 colonne, fatte di rami legati e inchiodati insieme, all’interno delle quali avrebbero dovuto essere piantati 42 faggi. Crescendo, gli alberi si sarebbero naturalmente piegati e orientati secondo la struttura, trasformando il tutto in una vera e propria cattedrale. Mauri morì nel 2009 senza realizzare la sua idea: in sua memoria però, il figlio Roberto e la storica dell’arte Paola Tognon hanno concretizzato il progetto, che oggi continua a crescere ed è tranquillamente visitabile.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te