Svelati 2 semplici trucchetti per fare le pulizie di casa con il minimo sforzo e il massimo dei risultati

“Pulire casa non è stato mai così facile con …” questo o quel prodotto commerciale, recitano di solito le reclame pubblicitarie. Forse avranno ragione, ma contano molto anche l’olio di gomito e il tempo impiegati.

Come fare allora per avere una casa splendente senza dover dedicare una giornata intera? Ecco nel seguito svelati 2 semplici trucchetti per fare le pulizie di casa con il minimo sforzo e il massimo dei risultati.

Primo stratagemma: usare un cronometro

Le soluzioni che in questa sede proporremo sono di natura psicologica e cercano di conciliare la predisposizione umana alle incombenze domestiche.

Un primo trucco passa per il darsi un preciso tempo per fare una data pulizia.

Spieghiamolo con un esempio: ci diamo 10/15 minuti esatti per mettere in ordine la nostra camera. Rifacciamo il letto, passiamo un panno sulla mobilia, spazziamo per terra e portiamo i panni sporchi nel cesto della lavanderia.

Al riguardo possiamo impostare un cronometro (quello del nostro smartphone, per esempio) e rispetteremo il tempo del countdown.

Ora affiniamo la tecnica per fare le pulizie di casa con il minimo sforzo

Evitiamo di abbatterci nel caso in cui non siamo riusciti a rispettare il tempo che ci siamo dati per concludere le pulizie.

Il perché è presto detto. Inconsciamente si insinua in noi una sorte di “sfida nella sfida” che ci porta a riprovare a stretto giro per vincere la sfida con noi stessi. Strano ma vero, ma questo è quanto alcuni psicologi sostengono avvenga nella nostra mente.

E poi, male che vada, meglio avere una camera pulita anche solo per metà.

Dunque, ecco svelati 2 semplici trucchetti per fare le pulizie di casa con il minimo sforzo e il massimo dei risultati

Il secondo stratagemma funziona meglio quando è il caso delle grandi pulizie. Si pensi a quelle del weekend, quando si dedica più spazio alle faccende domestiche. Il segreto in questo caso consiste nello spezzettare l’intero lavoro da svolgere in tot sotto-lavori intermedi.

Facciamo un piccolo esempio. Potremmo iniziare il venerdì pomeriggio dividendo il bucato e facendo una o più lavatrici a seconda delle necessità. Poi passeremo a stenderlo.

Il mattino seguente invece lo dedichiamo a spolverare casa e a spazzare per terra. Mentre potremmo decidere di lavare i pavimenti solo il giorno dopo (qui al link illustriamo 2 trucchi per farlo con poca fatica). Infine potremmo dedicare un’ora del lunedì a stirare il bucato lavato due giorni prima.

Morale: lo spezzettare un’azione complessa la fa sembrare meno pesante alla mente umana. Che in questo modo non cade “nella disperazione” di dover dedicare tanto tempo e tante energie nelle faccende domestiche.

In pratica con questo secondo escamotage si accorciano i tempi tra quelli dello sforzo, del lavoro, e quelli in cui si ottengono i risultati.

Nulla da eccepire: ecco svelati 2 semplici trucchetti per fare le pulizie di casa con il minimo sforzo e il massimo dei risultati.

Consigliati per te