Sorprendente come solo 15 grammi di questo alimento scartato nelle diete possano prevenire alcune gravi malattie

Ci sono alimenti che vengono scartati nella pianificazione di una dieta perché considerati ricchi di grassi. Questo però comporta un grande rischio: privarsi di una risorsa molto importante per l’equilibrio del nostro corpo perché ricca di vitamine fondamentali. Come sempre, la verità è nel mezzo. Non è necessario scartare un alimento dalla propria dieta, quanto assumerlo nelle giuste quantità. L’alimento di cui parliamo oggi è sì ricco di grassi, ma questi sono considerati buoni. Per questo, il suo consumo nell’arco della giornata è altamente consigliato. Sorprendente come solo 15 grammi di questo alimento, scartato nelle diete, possano prevenire alcune gravi malattie.

I semi che preservano la nostra salute

Tra i semi oleosi, chiamati anche “frutta secca”, le mandorle occupano un posto d’onore grazie alla loro incredibile riserva di elementi nutritivi. Infatti, contengono ottime quantità di Omega 3 e Omega 6 (gli indispensabili grassi saturi), carboidrati e proteine. Inoltre, presentano fibre vegetali, sali minerali (per esempio manganese, potassio e calcio) e vitamine (come E e B2). Le bucce delle mandorle contengono, inoltre, fibra alimentare preziosa. Le mandorle, insomma, dovrebbero fare parte della nostra routine alimentare. Sono perfette in una dieta equilibrata e completa e contribuiscono alla prevenzione di diverse malattie.

Sorprendente come solo 15 grammi di questo alimento scartato nelle diete possano prevenire alcune gravi malattie

Le mandorle fanno bene al cuore e alla circolazione, grazie all’elevato contenuto di Omega 3 e Omega 6. Proteggono quindi dai rischi cardiovascolari. Ostacolano infatti la formazione di placche arteriosclerotiche e coaguli di sangue che possono causare ipertensione, trombosi, ictus. La Vitamina E contenuta in questi semi, inoltre, contribuisce alla fluidità del sangue (oltre a rallentare l’invecchiamento dell’organismo). Per ultimo, ma non meno importante, grazie al potassio le mandorle aiutano a tenere bassa la pressione.

Poiché molto caloriche, non bisognerebbe mangiare più di 15 grammi di mandorle al giorno (circa 9/10 mandorle). É una quantità sufficiente a saziare. Il consumo di mandorle, infatti, stimola la naturale produzione da parte dell’organismo di colecistochinina (l’ormone della sazietà). È consigliato consumare le mandorle intere e con la pellicina, che preserva le qualità del seme.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te