Sono questi i 5 peggiori cibi che danneggiano il cervello e lo mandano in tilt secondo la scienza

Gli effetti di una cattiva alimentazione non sono visibili esclusivamente sulla forma fisica e sugli eventuali chili di troppo. Una alimentazione che predilige alcune determinate sostanze, tende a creare dei danni anche sugli organi interni e non esclude certamente la centrale operativa dell’organismo, ossia il cervello. Ecco perché è importante sapere di cosa si sta parlando e conoscere i possibili effetti dannosi che l’ampia assunzione di determinati alimenti potrebbe causare. Sono questi i 5 peggiori cibi che danneggiano il cervello e lo mandano in tilt secondo la scienza.

L’effetto di un abuso di zuccheri, bevande zuccherate e grassi sul funzionamento cerebrale

Le più recenti ricerche scientifiche che hanno condotto gli esperti in alimentazione e comportamenti alimentari riportano dati talvolta preoccupanti. L’eccessiva assunzione di determinati alimenti potrebbe avere degli effetti sull’organismo e non da ultimo sul cervello. Cosa ne pensano gli scienziati? Sono questi i 5 peggiori cibi che danneggiano il cervello e lo mandano in tilt secondo la scienza.

Tra gli alimenti da consumare con moderazione troviamo in primo luogo gli zuccheri. Una eccessiva assunzione di zuccheri, solitamente presenti in alcuni cibi e nelle bevande gassate, può produrre seri danni anche al cervello. La principale fonte di nutrimento per quest’organo è certamente il glucosio, ma un consumo eccessivo di zuccheri potrebbe ingenerare il cosiddetto “effetto craving”. Si tratta di un desiderio impulsivo di assumere determinate sostanze o alimenti che potrebbe scatenare un meccanismo di dipendenza e ricompensa.

Un eccesso di zuccheri nel cervello, dunque, limita le capacità cognitive e l’autocontrollo. Uno studio scientifico ha messo in evidenza come cibi altamente zuccherati o grassi, attivino meccanismi cerebrali simili a quelli della dipendenza da sostanze psicoattive. Questo potrebbe rivelarsi anche un potenziale fattore stressogeno per il cervello che vive in uno stato di carenza. Quindi zuccheri, bevande gassate o alcoliche e grassi andrebbero assunti seguendo indicazioni nutrizionali ben precise  per ciascuno.

Farine raffinate e cibi già pronti

Altro potenziale nemico del cervello sono le farine raffinate. Uno studio condotto dall’Università dell’Oklahoma (USA) ha evidenziato come una dieta ricca di carboidrati raffinati produca effetti nocivi sulle funzioni cognitive dei soggetti.

Nella lista nera degli alimenti da assumere in quantità controllate, rientrano anche i cibi già pronti. Numerosi studiosi hanno registrato un aumento del rischio di patologie neurodegenerative come l’Alzheimer in soggetti che assumono molti cibi preconfezionati. Sono questi i 5 peggiori cibi che danneggiano il cervello e lo mandano in tilt secondo la scienza. Seguire una dieta equilibrata affidandosi a degli esperti in nutrizione, dunque, è sempre auspicabile per conservare al meglio la salute di ciascuno.

Un ulteriore fattore importante per conservare in buona salute il cervello, interessa il sonno. Uno studio dimostra chiaramente quante e quali sostanze tossiche elimina il cervello durante il sonno. Il risultato della ricerca è consultabile qui.

Approfondimento

Le 3 strategie per ossigenare il cervello e conservare una mente sana e forte

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te