Sono pochi ad averlo in Italia questo cane originalissimo e senza pelo risalente agli antichi Aztechi 

Se c’è un animale che accompagna la vita dell’uomo da secoli, questo è il cane. Una presenza amica di grande aiuto in alcuni ambiti importanti della vita. Così è per i cani pastore. Sebbene molto meno diffusi che in passato, guidano e proteggono greggi e mandrie. Certamente quella dei cani pastore è una delle razze più antiche che esista.

Tra le tante razze di cani presenti nel Mondo, alcune ci stupiscono. Non molti forse sanno che in Italia vi è un’apprezzatissima razza di cani da tartufo. All’origine il Lagotto romagnolo era un cane da riporto, ovvero portava al cacciatore le prede. Un cane specializzato nel riporto da acqua, come quelle che una volta erano presenti nel ravennate e ancora oggi nel Comacchio. Poi il prosciugamento delle paludi portò a un cambiamento di ruolo. Si trasformò nel miglior cane da tartufo. Attualmente è una razza talmente apprezzata, che è soggetta persino all’attenzione dei ladri.

Invece un cane italiano rimasto immutato da come era nell’antichità è il Pastore della Sila. Ciò grazie al fatto di essere vissuto sempre fra le montagne calabre. Un cane agile e abituato a prendersi cura del gregge e a difenderlo dall’attacco dei lupi. Ha un carattere molto equilibrato che lo fa apprezzare nel contatto con l’uomo. Ha la capacità di lavorare in gruppo con altri cani, nel controllare il territorio. Un cane oggi che comincia a diffondersi anche sulle Alpi.

Sono pochi ad averlo in Italia questo cane originalissimo e senza pelo risalente agli antichi Aztechi

Lasciando l’Italia e arrivando in Messico, ci imbattiamo in una razza poco nota. Si tratta del cane degli antichi Aztechi.

Il suo nome è lo Xoloitzcuintle, o più brevemente Xolo, un cane che ha la particolare caratteristica di essere senza pelo. Perciò accarezzandolo, si percepisce calore, come nel toccare la pelle dell’uomo. I suoi pochi peli sulla testa lo rendono anche una razza adatta a chi è allergico al pelo animale. Il colore della sua pelle può essere grigio, marrone scuro o oro. Sono pochi ad averlo in Italia questo cane di cui in giro nel 2020, se ne contavano appena 20 esemplari.

Gli antichi Aztechi pensavano che lo Xolo avesse dei particolari poteri curativi. Quando avevano dei problemi di stomaco o di asma, lo tenevano vicino in modo da poterne trarre beneficio. Pensavano anche che questo cane li aiutasse ad entrare nell’altro mondo, al momento della morte.

A parte queste credenze antiche lo Xolo è un cane allegro, che si adatta bene alla famiglia e di una certa vivacità. Pur essendo un po’ muscoloso, ma sempre slanciato e proporzionato, non è aggressivo e non morde. Un cane che ha mantenuto nei secoli lo stesso carattere armonico.

Approfondimento

Era un campione nel combattimento questo cane dal carattere docile e armonioso, adatto per casa e amante del gioco

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te