Senza glutine e ricchi di proteine i legumi meno famosi che ridurrebbero il LDL

Ceci e fagioli, ma anche piselli e lenticchie sono i legumi più conosciuti e cucinati. Ma ci sono anche dei legumi meno conosciuti soprattutto se parliamo delle nostre abitudini alimentari. Abbastanza curioso come fossero molto usati da greci e poi latini, anche nella cucina di tutti i giorni. Quelli che infatti andremo a trattare oggi in molti Stati sono utilizzati tanto quanto i più famosi ceci, piselli e fagioli. Soprattutto sono particolarmente apprezzati dai vegetariani, ma anche dai celiaci. Senza considerare che sarebbero anche particolarmente adatti a tutti coloro che soffrono di diabete, grazie al basso indice di glicemia. Ma andiamo a scoprire questi benefici legumi, che la scienza consiglierebbe anche come alimento in grado di donare sazietà.

I lupini sono un alto concentrato di proteine e minerali

Secondo le tabelle alimentari 100 g di lupini porterebbero in dote poco più di 110 kcal. Come accade quindi per molti altri legumi, non sono a bassissimo regime calorico, ma farebbero comunque molto bene alla nostra salute. Nello specifico i lupini, molto ricchi anche di minerali, soprattutto fosforo, sarebbero riconosciuti per la loro importanza a favore del cuore. Aiutando infatti l’organismo a mantenere controllato il colesterolo cattivo, i lupini sarebbero capaci di contrastare con successo gli accumuli di grasso nel sangue. Molto interessante anche la loro caratteristica di riuscire a donare quel senso di sazietà, che ci permetterebbe di non mangiare a caso e magari anche male. Con le conseguenti e possibili conseguenze dannose del cibo spazzatura.

Senza glutine e ricchi di proteine i legumi meno famosi che ridurrebbero il LDL

I lupini assomigliano in tutto per tutto ai loro parenti più famosi e quindi si allineano perfettamente anche al modo di essere cucinati. Possiamo trovarli quasi sempre già pronti e semplicemente da risciacquare sotto un getto abbondante di acqua corrente. A quel punto potremmo utilizzarli anche in gustose e salutari insalate, oppure inserirli come in tante ricette italiane, nelle minestre e nelle zuppe.

Come cucinarli e come assumerli

Come avviene con tutti gli altri legumi, anche i lupini sono in versione essiccata e quindi da cucinare seguendo le stesse procedure di fagioli, piselli e lenticchie. Senza glutine e ricchi di proteine i legumi meno famosi che ridurrebbero il LDL, apportando quindi parecchi nutrienti al nostro organismo. Ricordano però gli esperti di non eccedere con la loro assunzione, perché potrebbero provocare episodi di dissenteria.

Lettura consigliata

Seminare con successo l’orto per avere frutta e verdura al top senza errori

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te