Senza eliminare dati importanti ecco come liberare memoria e spazio su iPhone e Android in pochi e semplici passaggi

Al giorno d’oggi lo smartphone è ormai uno strumento multitasking che ci permette di fare praticamente qualsiasi cosa vogliamo. Scattiamo foto, inviamo messaggi e immagini grazie a internet, programmiamo la nostra agenda e tanto altro ancora. Proprio per il suo largo utilizzo, spesso capita di ritrovarsi con la memoria piena e non poter più inserirvi nulla.

Infatti, nonostante i modelli di smartphone odierni siano parecchio capienti, i continui aggiornamenti o video e foto in alta risoluzione potrebbero rivelarsi davvero ingombranti. In certi casi si potrebbe risolvere tutto con una scheda SD, ma non tutti i telefoni la supportano.

Nel caso del melafonino o dei cellulari Android, vi sono comunque delle strategie intelligenti che pongono rimedio a questa situazione e migliorano le performance. Senza eliminare dati importanti, ecco dunque come liberare memoria sul nostro dispositivo mobile.

Il punto di partenza è il Cloud

Se non abbiamo la possibilità di ampliare la memoria con una scheda SD, la soluzione migliore è quella di esportare i contenuti. Per farlo dovremo servirci di un Cloud, ovvero un vero e proprio spazio di archiviazione esterno alla memoria del telefono.

Nel caso di Apple possiamo sfruttare iCloud, mentre per i dispositivi Android esistono altre soluzioni come Dropbox, Google Drive o Microsoft OneDrive. Ricordiamoci, però, che anche queste funzionalità hanno una capacità di archiviazione limitata. A volte, per ampliare lo spazio a disposizione in cui conservare foto e documenti si potrebbero sostenere dei costi aggiuntivi.

Senza eliminare dati importanti ecco come liberare memoria e spazio su iPhone e Android in pochi e semplici passaggi

Una delle prime cause del riempimento della memoria del telefono è la risoluzione delle immagini che abbiamo sul rullino. Infatti, più queste sono in alta risoluzione, più spazio tendono a occupare. Nel caso dell’iPhone, controlliamo subito la galleria dopo aver scattato una foto, perché potremmo ritrovarci due immagini uguali. Questo succede quando si ha l’HDR abilitato, che conserva anche la copia originale dell’immagine. Per mantenere solamente una versione basterà andare in Impostazioni, scegliere Foto e fotocamera e disabilitare la voce Conserva foto normale.

Parlando sempre di iPhone, controlliamo poi di non avere il servizio di Streaming foto attivo. Questo prevede la creazione di un album per inviare foto ad altri dispositivi Apple, con un costo in termini di spazio. Per togliere la funzione dovremo recarci nelle Impostazioni, aprire la voce Foto e fotocamera e disattivare Il mio streaming foto.

Un discorso che vale anche per Android è quello che riguarda l’eliminazione delle app superflue. Dalle Impostazioni, toccheremo su Archiviazione e USB. Alla voce Memoria Interna, dovremo vedere la lista di app installate, tra cui quelle che occupano più memoria. Disinstalliamo quelle più pesanti che non utilizziamo.

Esclusivamente per Android, infine, si consiglia l’installazione di Google Foto, che con un semplice backup ci permetterà di trasferire i nostri contenuti dalla memoria del telefono fino all’app.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te