Sembra incredibile ma forse la bevanda più amata dagli italiani può proteggere il cuore

Noi italiani siamo una delle popolazioni mondiali che beve più caffè in assoluto. E da oggi lo faremo ancora più volentieri. Una recente ricerca americana fa cadere un’altra credenza negativa su questa bevanda: quella che il caffè provochi aritmie e battito accelerato. Al contrario. Sembra incredibile ma forse la bevanda più amata dagli italiani può proteggere il cuore.

Lo studio dell’Università della California sul caffè

Pochi giorni fa un team di studiosi dell’Università della California ha fatto una scoperta sensazionale.

Il gruppo ha studiato i dati di oltre mezzo milione di persone relativi al consumo giornaliero di caffè. Il 22% delle persone che compongono il campione non beve caffè. Il 14% preferisce il decaffeinato. Il resto consuma una media di due tazzine al giorno. E dopo quasi cinque anni di indagini emerge un dato confortante: a ogni tazza bevuta in più il pericolo di aritmia cala del 3%.

Due le possibili cause di questo strano fenomeno. Da una parte si ipotizza che la caffeina inibisca l’assimilazione di adenosina, il microelemento responsabile delle fibrillazioni. Dall’altra si pensa che le numerose sostanze antiossidanti della bevanda abbiano incredibili effetti protettivi a lungo termine sul cuore.

Sembra incredibile ma forse la bevanda più amata dagli italiani può proteggere il cuore: attenzione a non esagerare

I risultati dello studio statunitense non significano “libero tutti” e che possiamo consumare una quantità indefinita di caffè ogni giorno.

Innanzitutto se soffriamo di patologie legate al battito cardiaco dobbiamo consultare un medico. Sarà questi a dirci se possiamo o meno bere caffè.

L’abuso di caffeina può avere effetti negativi sull’umore e sullo stomaco e in alcuni soggetti predisposti può aumentare il rischio di osteoporosi.

Per il resto è sempre meglio attenersi alle indicazioni dell’EFSA, l’organo europeo che si occupa di sicurezza alimentare. Gli esperti consigliano di non superare mai i 400mg al giorno di caffeina. Più o meno l’equivalente di 5 tazzine di espresso. Attenzione però solo se si è sani e non in stati particolari, come la gravidanza, per esempio.

Approfondimento

Se vogliamo saperne di più sul caffè e sulle varianti che esistono in natura consigliamo la lettura di “sembra difficile da credere ma esiste un caffè verde e può farci dimagrire

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te