Sembra incredibile ma ecco quanto spendiamo utilizzando la lavastoviglie e perché lavare a mano può essere conveniente

Non manca mai l’occasione per ripetere che non potremmo vivere senza lavastoviglie. Questo elettrodomestico ha cambiato la vita di tutti noi. Nessuno si deve più preoccupare di dover lavare i piatti dopo cena. Nemmeno organizzare una cena tra amici è più un problema. È così che si risparmia tempo prezioso senza faticare.

Eppure questo comodissimo elettrodomestico non è proprio economico. In base al tipo di lavaggio e alla frequenza di utilizzo, i costi sulla bolletta possono davvero lievitare. Infatti, sembra incredibile ma ecco quanto spendiamo utilizzando la lavastoviglie e perché lavare a mano può essere conveniente.

Meglio lavare a mano o in lavastoviglie

Questa diatriba va avanti da anni e anni. Ci sono coloro che sostengono che con la lavatrice, oltre a risparmiare tempo, si risparmi anche in denaro. Altri, invece, credono che un lavaggio a mano fatto in modo consapevole riduca notevolmente sprechi e spese.

Ma chi ha veramente ragione? Oggi siamo qui per cercare di scoprirlo. La lavastoviglie è indubbiamente rivoluzionaria, specialmente per chi ha famiglie numerose. Oggi, inoltre, esistono tutta una serie di programmi che consentono di risparmiare. Per esempio, il programma “eco” o il mezzo carico. In questo articolo si può consultare la guida su errori e orrori pericolosi nell’uso della lavastoviglie che faranno sobbalzare.

Per capire quale metodo ci consente di risparmiare di più bisogna valutare 3 variabili:

  • la tipologia di lavatrice;
  • il contratto di gas e luce;
  • il costo dell’acqua.

Sembra incredibile ma ecco quanto spendiamo utilizzando la lavastoviglie e perché lavare a mano può essere conveniente

Per un lavaggio in lavastoviglie a carico pieno in modalità eco s’impiegano circa 0,8 kWh. L’acqua media che consuma questo elettrodomestico a ogni lavaggio è pari a 12 litri. Consideriamo, invece, di dover lavare le stesse stoviglie a mano. Per farlo, il lavello verrà riempito completamente e le stoviglie lavate solo con quell’acqua.

In un secondo momento, l’acqua corrente viene usata solo per il risciacquo. L’acqua consumata sarà pari circa a 21 litri. Mettendo il caso che si utilizzi acqua calda, il gas consumato sarà pari a 0,23 kWh al secondo.

Da una prima valutazione pare di capire che la lavastoviglie vinca sul lavaggio a mano in termini di convenienza e spese medie. Tuttavia, pochi considerano il diverso costa dell’acqua e del gas nei vari Comuni italiani.

In alcune città, il costo di entrambi i servizi è di gran lunga superiore a quello di altri Comuni. Pare, infatti, che un abitante di Firenze paghi circa 5 volte di più che un cittadino a Milano. Da valutare anche i costi del gas in città al metro cubo. Questo è influenzato da zona tariffaria, spese di gestione e livelli dei consumi. Pertanto, solo traducendo i consumi in costi effettivi che si potrebbe scoprire che lavare i piatti a mano conviene di più.

Approfondimento

Come non sprecare energia e risparmiare sulla bolletta usando gli elettrodomestici della cucina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te