Se la nostra pianta sta male è probabile che le manchi un’attenzione essenziale di cui pochissimi sono a conoscenza

La salute della pianta è determinata da tanti fattori. Alcuni di questi sono noti a tutti e richiedono una certa costanza e attenzione, come l’acqua, il sole e il terreno. La nostra pianta sta male? Se il problema è l’incuria esistono app apposite in grado di mandarci promemoria ad ogni occorrenza. Invece, se pensiamo di essere sulla giusta strada, magari la mancanza di questa particolare condizione nell’ambiente potrebbe esserne la causa, addirittura fatale per alcune piante.

Se la nostra pianta sta male è probabile che le manchi un’attenzione essenziale di cui pochissimi sono a conoscenza

In caso la nostra pianta presenta foglie dalle punte scolorite, secche o gialle o punti marroni forse ha soltanto bisogno di umidità, specie se è di origine tropicale, come questa. Questo tipo di piante, infatti, cresce naturalmente in un ambiente particolarmente umido, in assenza del quale possono soffrire del disseccamento descritto. Non è difficile ricreare questa essenziale condizione in casa, esistono tanti metodi. Fra questi il più semplice è riporre la pianta nel bagno, tuttavia non deve mancare la luce necessaria per la sua sopravvivenza. Se siamo in possesso di altre piante raggrupparle potrebbe essere la via definitiva poiché, attraverso il processo di traspirazione delle foglie, si aiuterebbero a vicenda.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Un’altra soluzione è lo spruzzino

Basterà infatti, per l’appunto, spruzzare dell’acqua sulle foglie della nostra pianta o nell’aria circostante. Le goccioline evaporeranno garantendole l’umidità di cui ha bisogno per diverse ore. L’operazione va ripetuta ogni volta che queste si saranno completamente vaporizzate, rendendo il processo alquanto scomodo. È di sicuro una ottima alternativa temporanea, ma la sua efficacia non è delle migliori in confronto ad altre.

Un metodo economico ed efficace consiste nell’utilizzare un sottovaso, profondo almeno 2cm, riempito di sassolini o argilla. Basterà versare poca acqua in questo e poggiarci sopra la pianta per garantirle un’umidità continua. In assenza di sassi è possibile utilizzare l’argilla che permette di avere lo stesso effetto. Quindi se la nostra pianta sta male è probabile che le manchi un’attenzione essenziale di cui pochissimi sono a conoscenza: l’umidità. L’ideale sarebbe avere un umidificatore per ambiente in modo da poter regolare l’atmosfera in modo preciso e sicuro. La nostra pianta ci ringrazierà rinvigorendo, tornando al suo stato originale.

Consigliati per te