Se il gatto perde tanto pelo potrebbe avere questi problemi di salute

Uno dei compiti più importanti di chi sceglie di adottare un animale domestico è quello di mantenerlo in salute e proteggerlo dalle malattie. Un’impresa spesso non facile dal momento che cani e gatti non hanno il dono della parola e non possono dirci se stanno male. Per questo è fondamentale monitorare il comportamento dei nostri compagni e non sottovalutare i cambiamenti fisici più evidenti. Uno dei più frequenti, soprattutto nel gatto, è la perdita del pelo. In realtà è un processo del tutto fisiologico durante i cambi di stagione ma se il gatto perde tanto pelo le cause potrebbero essere altre. E alcune di esse non vanno assolutamente sottovalutate.

L’influenza del fattore stress sulla salute del gatto

I gatti al pari degli esseri umani possono essere vittime dello stress. Un problema che potrebbe causare moltissimi sintomi diversi fra loro. Uno dei più frequenti è proprio la perdita eccessiva di pelo. Un trasloco, un cambio della situazione familiare o modifiche all’ambiente casalingo sono possibili motivi di agitazione per il gatto. In questi casi la soluzione migliore è quella di dare più attenzioni all’animale e di cercare di ridurre tutti i possibili fattori di disturbo.

Le malattie che possono causare perdita di pelo

Tra le patologie cliniche più diffuse che possono causare una perdita eccessiva di pelo nel gatto ci sono la follicolite e la scabbia. La prima è un’infezione che colpisce il pelo, spesso causata da batteri. Se il gatto ne soffre tenderà a leccarsi in maniera eccessiva per auto-curarsi provocando la caduta del pelo nella zona interessata. A causare la scabbia, invece, è un fungo parassita che si annida sulle lunghezze dei peli facendo cadere quelli più deboli.

In entrambi i casi la via obbligata è quella del consulto col veterinario. Sarà lui a darci una diagnosi precisa e a prescriverci il trattamento farmacologico che dovremo eventualmente utilizzare.

Se il gatto perde tanto pelo potrebbe avere questi problemi di salute

Molto meno diffusa, ma non per questo da sottovalutare, la sindrome di Cushing. Stiamo parlando di una malattia che porta il gatto a produrre più cortisolo del dovuto. Il risultato di questa disfunzione sono sintomi come l’aumento di fame e sete, il rigonfiamento della pancia e, appunto, la perdita di pelo.

Se il nostro gatto inizia a perdere pelo dopo un mese da un trauma probabilmente non dobbiamo preoccuparci eccessivamente. Lo stress fisico o psichico (malattie, interventi chirurgici e gravidanze) potrebbe portare al deflusso telogeno. Ovvero alla caduta di moltissimo pelo. In questo caso dovremo avere pazienza. Probabilmente ricrescerà da solo. Se abbiamo dubbi e vogliamo tranquillizzarci possiamo comunque rivolgerci al veterinario di fiducia.

Lettura consigliata

Se il nostro gatto mangia la sabbia della lettiera potrebbe avere questi problemi che non dobbiamo sottovalutare

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te