Rinfrescare la macchina senza usare l’aria condizionata è semplicissimo con questi 2 trucchi geniali per risparmiare e combattere il caldo

É ufficialmente arrivata la fine della primavera e l’estate ha già fatto capolino. Il caldo afoso ha colpito molte città italiane, toccando temperature record.
I primi condizionatori sono già stati accesi per rendere vivibili gli ambienti di lavoro, ma anche per rinfrescare l’aria delle camere da letto.

É noto che con le temperature alte dormire diventa difficoltoso, scatenando periodi interi di sonno cattivo. La spiegazione è che più è alta la temperatura corporea, più il battito cardiaco aumenta, creando episodi d’insonnia.
La fortuna è che accorrono in nostro aiuto alcuni trucchi efficaci per riuscire a riposare bene anche col caldo estivo.

Uno degli ambienti, dove la questione del caldo diventa davvero problematica, è rappresentato dai mezzi di trasporto. Ovviamente non si parla dei mezzi pubblici, ma dei veicoli privati che specialmente in alcuni momenti della giornata diventano roventi.

Questo ci costringe ad accendere il climatizzatore e a bruciare più velocemente il carburante. Eppure, rimarremo esterrefatti dalla scoperta di questo trucco per rinfrescare la macchina senza usare l’aria condizionata.

Con una soluzione semplice e del tutto economica saremo capaci di mantenere bassa la temperatura del veicolo e rinfrescare l’aria, senza essere costretti a tenere i finestrini aperti. Alcuni studi sostengono che viaggiare con i finestrini aperti ci farebbe respirare più smog.

Ma è il momento di rivelare il trucco geniale per rinfrescare la macchina.

Rinfrescare la macchina senza usare l’aria condizionata è semplicissimo con questi 2 trucchi geniali per risparmiare e combattere il caldo

C’è un’alternativa all’aria condizionata che potrebbe davvero stupirci. Consiste nell’uso di due piccoli ventilatori portatili a batteria o collegati alla presa usb dell’auto. Posizionati l’uno in direzione dell’altro consentono un ricambio dell’aria incredibilmente favorevole. Basta tenere uno spiraglio di finestrino leggermente abbassato.

Ma se la temperatura esterna è insopportabile, allora dovremo pensare anche al tasso di umidità interna all’abitacolo.
Un’idea utile consiste nel bagnare un panno e lasciarlo in freezer per qualche ora. Poi, una volta in macchina, questo verrà posizionato davanti alle griglie della ventilazione.

Una soluzione simile consiste nell’utilizzare direttamente dei cubetti di ghiaccio da fissare con un elastico alle bocchette di ventilazione superiori o quelle in direzione dei piedi. Soprattutto quest’ultima posizione permette all’aria calda, che esce, di abbassare notevolmente la temperatura del veicolo interno e ricreare il giusto bilanciamento di umidità.

In caso di viaggi lunghi, è bene prepararsi con una borsa refrigerata che mantenga le nostre scorte di ghiaccio.

Approfondimento

Impressionante quanto costa veramente il condizionatore acceso per una notte intera

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te