Rassodare l’interno coscia cadente con pochi esercizi da casa per principianti

La vita sedentaria e l’età portano tanti problemi soprattutto per quanto riguarda il nostro fisico. Uno che potrebbe farci sentire molto a disagio ha a che fare con l’interno coscia. In quella zona difficile da allenare potrebbero creare inestetismi a cui è difficile porre rimedio. Sia l’aumento che la perdita di peso possono dare vita a un interno coscia cadente.

Le gambe e le braccia sono tra le parti del corpo più colpite dal rilassamento cutaneo. Così come glutei e addome. Gli esercizi per le braccia sono semplici e si ottengono risultati velocemente, se fatti bene e con costanza. Per le gambe il discorso cambia. Gli esercizi sono faticosi ed è necessaria tanta costanza per avere un cambiamento.

Come utilizzare l’intensità per tonificare

Rassodare l’interno coscia cadente con pochi esercizi è possibile anche da casa e anche se non siamo pratici dell’attività fisica. Nonostante la zona sia difficile da allenare e ci voglia molto impegno, esistono schede che possono aiutarci a fare bene. Potremo decidere di utilizzare questa scheda tutti i giorni per un mese e controllare quali risultati abbiamo raggiunto. Quindi, decidere se continuare, aumentare la difficoltà oppure stabilire una scheda per il mantenimento.

Partiamo dallo squat pulse e facciamo 3 serie da 30 secondi recuperando per 10 secondi tra una ripetizione e l’altra. Questo esercizio si differenzia dagli squat normali per via dell’intensità che dobbiamo utilizzare. Non faremo il movimento completo salendo e scendendo con le ginocchia, ma occuperemo la posizione finale tenendo in tensione l’addome e le gambe. Quindi, con una velocità sostenuta faremo piccoli movimenti su è giù dando intensità al movimento.

Addominali, ginocchia e cosce forti

Il primo esercizio oltre a svegliare la muscolatura è utile per mettere in moto il metabolismo e aiutare il sistema cardiovascolare. Quindi, l’intensità è necessaria.

Mentre per il secondo esercizio scegliamo i lateral abductor, facendo 3 serie da 12 movimenti per gamba e recuperando 10 secondi tra una ripetizione e l’altra. Per farlo, scendiamo sul lato sinistro partendo dalla posizione squat e, quando risaliamo, andiamo a toccare con il ginocchio il palmo della mano destra. Questo esercizio serve per tonificare.

Torniamo ad allenare varie fasce muscolari, compreso l’interno coscia, con un altro esercizio che ci serve per migliorare la resistenza, ma anche l’equilibrio. Facciamo 3 serie di jumping jack con 12 ripetizioni e 10 secondi di recupero tra una serie e l’altra. Se ce la sentiamo, aggiungiamo lo squatal jumping, quindi saltiamo e scendiamo piegando le ginocchia per completare il movimento.

Rassodare l’interno coscia cadente con pochi esercizi da casa per principianti

Concludiamo il percorso sedendoci sul pavimento e facendo 3 serie di sforbiciate da 30 secondi con 10 secondi di recupero tra una serie e l’altra. Per le sforbiciate teniamo l’addome contratto in modo da non sforzare con schiena e dorsali e portiamo su le gambe leggermente piegate, senza andare troppo in fondo per evitare di farci male. Cerchiamo sempre di assecondare il nostro fisico.

In genere, è sempre meglio concludere con un esercizio impegnativo per rendere proficua la fine dell’allenamento. Per questo, utilizziamo il mountain climber facendo 3 serie da 20 secondi con 10 secondi di recupero. Per farlo, mettiamoci in posizione plank e portiamo le ginocchia in avanti come se dovessimo correre sul posto. Bruceremo davvero tante calorie.

Lettura consigliata

Oltre a camminare proviamo questo workout per rassodare le braccia a tendina

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te