Questo frutto estivo potrebbe tenere a bada la glicemia e l’insulina ma potrebbe anche interferire con l’assunzione di alcuni farmaci

Con il termine glicemia s’indica il valore dello zucchero nel sangue. È importante tenerla sotto controllo poiché, qualora questo valore fosse alto, si rischierebbe il diabete. Allo stesso modo, anche l’insulina sarebbe da tenere a bada. Infatti, glicemia e insulina andrebbero di pari passo. L’insulina è un ormone che regolerebbe la glicemia e nel momento in cui questa non dovesse svolgere bene la sua funzione, la conseguenza sarebbe l’aumento del glucosio.

Ecco perché, nel caso del diabete di tipo 1, i medici prescriverebbero le iniezioni di insulina ai soggetti affetti. In ogni caso, anche l’iperinsulinemia, ossia la condizione in cui l’insulina dovesse superare i livelli normali, sarebbe da tenere sotto controllo.

Infatti, la produzione eccessiva di insulina potrebbe creare altre problematiche, soprattutto a livello ormonale. Ma come capire se i valori di glicemia e insulina sono alti? Attraverso un esame del sangue, che sarà il medico a prescrivere.

In base all’esito, il medico potrebbe indicare una dieta specifica, nonché una terapia da seguire. A proposito di alimentazione, sarebbe opportuno conoscere i cibi che avrebbero un elevato indice glicemico. Ma per questa trattazione, consigliamo di rivolgersi al medico.

Il melone

Sarebbero diversi gli alimenti consentiti, da consumare in caso di glicemia ed insulina alte. Per esempio, questo frutto estivo potrebbe tenere a bada la glicemia e migliore sia la resistenza che il metabolismo dell’insulina, secondo Humanitas.

Il melone, infatti, conterrebbe dei fitonutrienti, capaci di ridurre lo stress ossidativo. Oltre a questo, le sue proprietà antiossidanti potrebbero essere in grado di contribuire alla riduzione del colesterolo, nonché alla protezione del sistema cardiovascolare, attraverso la regolazione della pressione sanguigna.

Il melone, inoltre, potrebbe essere anche un alleato nella perdita di peso. La sua consumazione potrebbe apportare dei benefici in caso di sovrappeso e obesità. Infatti, 100 g di prodotto conterrebbero circa 30 calorie, nonché una serie di vitamine e sali minerali importanti.

Questo frutto estivo potrebbe tenere a bada la glicemia e l’insulina ma potrebbe anche interferire con l’assunzione di alcuni farmaci

Purtroppo, come succede con qualsiasi alimento, anche il melone potrebbe avere dei “contro”. Innanzitutto, conterrebbe il fruttosio che, nonostante sia uno zucchero buono, si tratterebbe pur sempre di uno zucchero. Pertanto, sarebbe necessario pesare la fetta di melone da mangiare. Per questo, chiediamo consiglio al nostro medico.

In secondo luogo, l’azione del melone potrebbe interferire con i diuretici. Qualora il medico ci abbia prescritto una cura con dei diuretici, chiediamo maggiori informazioni circa la consumazione del melone. Ricordiamo, infine, che quest’articolo è solo a titolo informativo e che, ancora una volta, invitiamo a rivolgersi al parere indiscusso di un esperto.

Lettura consigliata

Il cervello perderebbe colpi e si accelererebbe il declino cognitivo a causa di questa cattiva abitudine, ma questo frutto delizioso potrebbe proteggerlo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te