Quasi nessuno usa il forno in questo modo ma il risparmio sulla bolletta elettrica sarà notevole

Quando ci addentriamo nel periodo più freddo dell’anno, spesso utilizziamo il forno elettrico. Questo perché, probabilmente, ci dilettiamo di più in cucina, sperimentando ricette calde come torte e quiche. Il risultato è un aumento in bolletta, che va a sommarsi a quello prevedibile dall’uso del riscaldamento.

Il forno, infatti, è uno degli elettrodomestici che consuma di più in assoluto. Eppure, esiste un trucco in particolare che può abbattere i consumi. Quasi nessuno usa il forno in questo modo ma il risparmio sulla bolletta elettrica sarà notevole e la buona riuscita della ricetta non sarà compromessa. Scopriamolo insieme, rispolverando anche altre piccole accortezze da tenere a mente quando usiamo il forno, che possono farci risparmiare.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Quasi nessuno usa il forno in questo modo ma il risparmio sulla bolletta elettrica sarà notevole

Come anticipato, l’uso del forno può pesare parecchio sulla nostra bolletta elettrica. Non possiamo dare una misura univoca dei suoi consumi, perché ogni modello è diverso e perché il forno non consuma energia in modo omogeneo. Infatti, il forno consuma la maggior parte dell’energia che gli è necessaria durante la fase di riscaldamento. Per fare un esempio, un forno elettrico impostato sui 180°C consuma ben 800 Wh nei primi 20 minuti e solo 1000 Wh nell’ora successiva.

Se risparmiare nella fase di riscaldamento è impossibile, perché il forno deve raggiungere la temperatura, possiamo però risparmiare nella fase successiva. La maggior parte dei forni elettrici, infatti, è progettata per mantenere la temperatura anche dopo che vengono spenti. Solitamente un forno di buona qualità può mantenere la temperatura impostata per circa 20 minuti dopo lo spegnimento. Dunque, possiamo sfruttare a nostro vantaggio questa caratteristica e continuare a riscaldare le pietanze a forno spento per un po’ di tempo. Sommando questa piccola furbizia ad altri trucchetti, il risparmio in bolletta sarà palpabile.

Altre piccole accortezze per ridurre il consumo

Esistono poi altri piccoli trucchetti, che consentono di usare il forno elettrico in modo saggio e abbattendo gli sprechi. Il primo di questi è cuocere in forno più cose alla volta. Una volta che l’abbiamo acceso, sfruttiamolo al massimo, infornando più pietanze contemporaneamente (magari preparando anche qualcosa per il giorno dopo).

Infine, ricordiamo una regola essenziale per non sprecare energia: non dobbiamo aprire il forno durante la cottura. Aprendo lo sportello del forno, infatti, disperdiamo calore e dunque richiediamo un nuovo sforzo energetico che graverà in bolletta.

Approfondimento

Queste 3 abitudini ci sottraggono denaro senza che ce ne accorgiamo ma è facile evitarlo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te