Quasi nessuno lo sceglie ma questo è l’olio ideale per abbassare la pressione e il colesterolo

L’olio viene utilizzato tutti i giorni. Sia per condire, che per cucinare. Per questo è importante acquistare l’olio migliore per la salute.

Eppure in molti ignorano un prodotto che fa davvero bene all’organismo. Ecco di quale olio si tratta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Quasi nessuno lo sceglie ma questo è l’olio ideale per abbassare la pressione e il colesterolo

La maggior parte degli italiani cucina e condisce con l’olio d’oliva. Questo non è certo un errore. Il cosiddetto oro giallo ha straordinari benefici per la salute.

Tuttavia, a volte, è una buona idea alternarlo con un altro prodotto: l’olio di semi di lino. Infatti quasi nessuno lo sceglie ma questo è l’olio ideale per abbassare la pressione e il colesterolo.

Chi combatte contro l’ipertensione sa bene che il cibo è un alleato importante. Certo, alcuni alimenti sono da evitare (così come alcuni farmaci che alzano la pressione). Ma altri prodotti possono aiutare a tenere la pressione sotto controllo.

Fra gli alimenti da preferire, ci sono i semi di lino. Questi, infatti, sono ricchissimi di acido alfa-linoleico (uno degli omega 3 essenziali). L’acido ha un importante effetto protettivo sulla salute del cuore e dell’apparato circolatorio. Lo conferma anche uno studio scientifico: l’olio di semi di lino può contribuire ad abbassare la pressione.

Ma non è tutto qui: la European Food Safety Authority conferma inoltre che l’acido alfa-linoleico aiuta il mantenimento dei normali livello di colesterolo nel sangue.

Come usarlo in cucina

L’olio di semi di lino è una miniera d’oro di benefici per il cuore. Introdurlo nella propria alimentazione è dunque una buona idea. Ma come fare?

Esistono in commercio diversi integratori a base di olio di semi di lino. Ma si può anche semplicemente usare questo prodotto in cucina.

Attenzione, però: l’olio di semi di lino non è adatto per la cottura. Bisogna utilizzarlo a crudo. Ha un leggero retrogusto di noci e frutta secca. È dunque perfetto come condimento per insalate, verdure o pesce.

Non bisogna dunque dire addio all’olio d’oliva. Ma ogni tanto si può alternarlo con un filo d’olio di semi di lino. La salute ringrazierà.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te