Quanto si consuma in bolletta se Alexa resta collegata tutto il giorno

alexa

La gamma di dispositivi Alexa cresce ormai sempre di più. Sono tantissimi gli italiani che ne utilizzano almeno uno in casa. Collegato a lampadine e dispositivi compatibili, trasforma completamente l’esperienza in casa. Costa poco e per vivere in una smart home dove tutto è a portata di voce ci vuole davvero pochissimo. Amazon spesso mette in vendita tramite comode offerte dispositivi Echo Dot in combinazione con lampadine o interruttori smart. A poche decine di euro ci si può portare a casa un bundle economico per iniziare a vivere nel Terzo Millennio anche da un punto di vista di tecnologia per il living.

Tutti conoscono, però, il caro vecchio consiglio per risparmiare: spegnere i dispositivi elettronici quando non sono in uso. Le famigerate lucine rosse che indicano l’attività in corso di televisori, decoder e simili, infatti, consumano parecchio. Gli esperti ritengono che tenendoli invece spenti e scollegati dalla presa si riesca a risparmiare un bel po’. Questa è una cosa ormai detta e ripetuta spesso anche nei programmi televisivi e tutti i lettori attenti lo sanno bene.

Quanto si consuma in bolletta all’anno

A questo punto scatta dunque una domanda più che legittima. Se i dispositivi Alexa per funzionare hanno bisogno di stare sempre collegati alla rete elettrica, quanto consumano? Del resto di questi tempi bisogna stare attenti a tutto, con la crisi energetica che minaccia di far crescere le bollette a dismisura.

Allora è tempo di farsi qualche conto, anche perché molte persone hanno più di uno di questi dispositivi attivi in casa. E quanto pesano sulla bolletta? Conviene davvero spegnerli o scollegarli? A che fonte bisogna riferirsi? Basta in realtà leggere le specifiche tecniche per capire che sono questi i consumi giornalieri di Alexa. Il classico Echo Dot ha una potenza di 3W: consuma dunque circa 26 kilowatt/ora in un anno. Facendo due conti, si tratta di circa 8 euro. Non tantissimo, certo, ma bisogna ricordare che questa cifra va calcolata per ogni singolo dispositivo Alexa. Quindi, più se ne possiedono, più soldi se ne vanno.

I costi non sono così alti come si può pensare

A meno che Alexa non gestisca delle particolari routine per la smart home, sarebbe dunque meglio staccare gli Echo Dot durante la notte per risparmiare qualcosina e ridurre quanto si consuma in bolletta. Le routine sono delle programmazioni che consentono di gestire in automatica i dispositivi smart come luci, altoparlanti, Roomba e quant’altro. Per non parlare di quando si deve gestire il consumo della smart TV. Le cose cambiano se il dispositivo è, per esempio, un Echo Show: essendo dotato di schermo, questo consumerà molto di più, circa 15 euro l’anno. I consumi ovviamente sono calcolati in standby: quando i dispositivi lavorano, arrivano a consumare anche il doppio. Certo, l’impatto sul costo annuo è minimo: ma sempre meglio considerarlo.

Quando si parla invece di consumi internet, la media è di circa 100 mb di traffico l’ora a piena attività, come per esempio lo streaming audio. Si tratta dunque di circa 3-6 giga al mese. Attenzione quindi se si utilizzano connessioni a consumo.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te