Qualcuno pensa che faccia male alla salute ma ecco la verità su questo cibo che abbiamo spesso in frigorifero

Grazie a questo alimento abbiamo la possibilità di preparare dolci buonissimi, di condire e donare un tocco in più alle pietanze che prepariamo. Infatti, il burro è un alimento molto versatile in cucina e come per qualsiasi altro cibo, non bisogna abusarne.
Qualcuno pensa che faccia male alla salute ma ecco la verità su questo cibo che abbiamo spesso in frigorifero.
Alcuni studi scientifici e campagne diffamatorie, in passato hanno dettato notizie non del tutto veritiere sul consumo del burro proponendo in alternativa il consumo di alimenti chimici non proprio salutari.
Molte persone pensano che il burro faccia ingrassare, che incrementi i rischi di patologie cardiovascolari, che contenga molto colesterolo e aumenti il rischio di cancro.

Di seguito alcuni chiarimenti fatti in materia da Assolatte.

Qualcuno pensa che faccia male alla salute ma ecco la verità su questo cibo che abbiamo spesso in frigorifero.

Il burro fa ingrassare

Questa affermazione non è del tutto vera.
Il burro, come tanti altri, è un ottimo alimento e va introdotto in una dieta sana ed equilibrata.
Come sappiamo questo alimento è ricco di grassi, per questo motivo la dose giornaliera raccomandata e da consumare è di dieci grammi.

Aumento delle patologie cardiovascolari

Si pensa che il consumo di burro provochi un aumento delle patologie cardiovascolari.
Questa notizia è falsa. Alcuni studi hanno affermato che introdurre i latticini nella propria dieta alimentare contribuisca ad allontanare questo rischio.

Il colesterolo nel burro

Il burro contiene 250 grammi di colesterolo ogni 100 grammi di prodotto consumato, che rappresenta la massima quantità di colesterolo che possiamo assorbire al giorno. Se consumiamo la dose giornaliera di 10 grammi tutti i giorni non andremo incontro a problemi di colesterolo.

Il burro provoca il cancro

È una notizia che si è diffusa particolarmente nella seconda guerra mondiale, ed è stata avvalorata da alcuni studi in quel periodo. Il burro non provoca il cancro, questo è quanto pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.
Questo alimento contiene la vitamina D, i CLA e il calcio, elementi che possono proteggere il nostro organismo dal cancro, specialmente quello al seno.

Perché mangiare il burro

Tutti i prodotti caseari compreso il burro contengono calcio quindi favoriscono il processo di lipolisi, cioè contribuiscono alla diminuzione della massa grassa nel corpo.

Il burro contiene anche la vitamina A, che svolge un’azione di difesa nei confronti della tiroide e delle ghiandole surrenali.

Nel burro è presente la lecitina che regola l’assorbimento del colesterolo e dei grassi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te