Qual è l’orario migliore per innaffiare il giardino in estate e con quali metodi e sistemi di irrigazione

Nel periodo estivo a soffrire il caldo non sono solo gli esseri umani, ma anche le piante. Se infatti con la calura gli esseri umani hanno bisogno di bere molto, al fine di mantenere sempre il corpo idratato, allo stesso modo in estate, rispetto alle altre stagioni, molte piante hanno bisogno di più acqua.
Inoltre, per innaffiare il giardino non si può irrigare in qualsiasi momento della giornata, ma ci sono gli orari giusti per permettere poi alle piante di mantenersi idratate e di riuscire a sopportare condizioni di caldo anche quando questo è estremo. Vediamo allora, nel dettaglio, di approfondire questo importante aspetto per chi ha la casa con il giardino.

Qual è l’orario migliore per innaffiare il giardino in estate e con quali metodi e sistemi di irrigazione

In particolare, al fine di innaffiare correttamente il proprio giardino occorre sempre fare in modo che l’acqua data alle piante non si riscaldi con il sole prima che questa venga assorbita. Altrimenti c’è il rischio che, specie per le piante che sono più fragili, l’acqua scaldata dal sole provochi dei danni.

Molto prima di mezzogiorno è quindi la prima risposta su qual è l’orario migliore per innaffiare il giardino. Anzi, l’orario davvero ottimale in estate è un’ora prima dell’alba. In quanto in questo modo l’acqua avrà davvero tutto il tempo di assorbirsi prima che l’effetto del sole possa causare l’evaporazione.

Inoltre, pure nelle altre stagioni dell’anno l’acqua al giardino andrebbe data sempre un po’ prima dell’alba. In quanto l’acqua data al giardino, in questo modo, sarà in grado di lavare la rugiada notturna che è caduta sulle piante. Questo proteggerà le piante, tra l’altro, dal rischio di contrarre malattie fungine.

Quale sistema di irrigazione usare

Se il giardino è grande, le piante possono essere davvero protette d’estate solo con un sistema di irrigazione. Questo affinché l’acqua arrivi a tutte le piante in maniera uniforme. Al riguardo, esistono in commercio tanti tipi di sistemi e, di conseguenza, di metodi di irrigazione dai più semplici ai più sofisticati. In particolare, ci sono gli impianti di irrigazione che sono interrati e che sono quelli tipicamente utilizzati per innaffiare i prati.

Così come ci sono pure i sistemi di irrigazione a pioggia e quelli a goccia che rilasciano l’acqua per la bagnatura molto lentamente. In questo caso, infatti, per il giardino da innaffiare si parla di microirrigazione.

Lettura consigliata
Pochi conoscono il segreto per innaffiare il giardino senza costi aggiuntivi in bolletta evitando lo spreco di acqua pubblica per un manto erboso omogeneo e sempreverde

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te