Qual è l’ora giusta per alzarsi la mattina e quella ideale per andare a dormire stanchi ma pienamente soddisfatti

Per affrontare al meglio le giornate la prima cosa fondamentale è quella di dormire bene. Perché solo avendo ricaricato bene le pile si avrà poi l’energia necessaria per affrontare tutti gli impegni. Partendo da quelli lavorativi, passando poi per tutte le mansioni legate alla cura della famiglia. Pur tuttavia, spesso alzarsi la mattina è davvero duro, al punto che la sveglia viene sistematicamente posticipata per prolungare il più possibile il riposo.

In realtà, non è questo lo stratagemma, quando peraltro è possibile, con cui si risolve la situazione. In quanto anche tra alzarsi la mattina e andare a dormire serve non solo rigore e disciplina, ma anche la programmazione e la massima pianificazione. Vediamo allora di approfondire questo importante aspetto della vita di tutti i giorni.

Qual è l’ora giusta per alzarsi la mattina e quella ideale per andare a dormire stanchi ma pienamente soddisfatti

Nel dettaglio, per le vivere giornate massimizzando sempre la produttività occorrerebbe sfruttare pienamente tutta la luce del sole. Così come fanno, tra l’altro, molte persone che sono ricche e famose e che si alzano puntualmente alle 6 del mattino. Senza eccezioni.

Questa è infatti la risposta su qual è l’ora giusta per alzarsi la mattina, per poi andare a dormire non prima delle ore 21, ma anche non più tardi delle ore 23. Questo al fine di poter sempre beneficiare di 7-8 ore di sonno, che sono quelle minime e comunque ottimali per un risveglio sempre con il corpo ben riposato.

Perché alzarsi alle 6 del mattino e andare a letto tutti i giorni entro e non oltre le ore 23

Vediamo ora quali sono tutti i vantaggi offerti scegliendo questa fascia oraria. Prima di tutto, alzarsi alle 6 del mattino significa svegliarsi, anche d’estate, con temperature che sono quasi sempre gradevoli.

Per poi avere tutto il tempo non solo per fare la doccia e la prima colazione, ma anche per fare 15-30 minuti di attività fisica mattutina, che agevola il pieno risveglio, tonifica i muscoli e rimette pure in moto tutto il corpo al fine di poter affrontare al meglio la giornata.

Andare a dormire a partire dalle ore 21, ed entro e non oltre le ore 23, significa invece concedersi il sonno in assenza di luce solare. Seguendo così, per il proprio corpo, quelli che sono pure i cicli della natura.

Approfondimento

Ecco i segreti per alzarsi presto la mattina ed essere produttivi come non mai

Consigliati per te