Potremmo combattere l’insonnia anche in gravidanza con questo rimedio naturale

L’insonnia è una brutta bestia. Quando si ha difficoltà a prendere sonno, si dorme poco, o semplicemente si ha un sonno disturbato, il nervosismo sale e diventa ben presto un cane che si morde la coda. In gravidanza poi, si potrebbe soffrire di reflusso o di nausea e questo può impedire alla donna di dormire serenamente. Prima di affrontare la situazione dovremmo capire se alla base di questo problema ci sono cattive abitudini, come pisolini pomeridiani troppo lunghi, cene pesanti, turni di lavoro o eccessiva sedentarietà durante il giorno.

Molti, inoltre, ignorano che anche l’utilizzo di computer e cellulari (e in generale dispositivi elettronici) a letto potrebbe compromettere il sonno. Infine, anche stress, età e alcune patologie potrebbero avere la loro influenza sul ciclo sonno-veglia. Combattere l’insonnia tuttavia non è una missione impossibile. La prima cosa da fare è senza dubbio rivolgersi al proprio medico in cerca di consigli. Una volta escluse importanti cause mediche, potremmo cominciare adottando alcune sane abitudini.

Cosa fare in caso di insonnia

Prima di tutto, dovremmo cercare di stabilire dei ritmi ben scanditi, come per esempio coricarci sempre alla stessa ora. Dire addio a telefoni e tablet a letto è un’altra ottima abitudine che potrebbe tornarci utile per facilitare il sonno. In caso di reflusso, anche in gravidanza, potremmo aiutarci evitando cene e cibi pesanti, che potrebbero interferire con il sonno. Se la mancanza di sonno dovesse dipendere da ansia o depressione, invece, dovremmo ricorrere all’aiuto di uno specialista. Tuttavia, se l’insonnia non dipende da fattori di salute importanti, potremmo provare a curarla in modo naturale, con un vecchio rimedio della nonna.

Potremmo combattere l’insonnia anche in gravidanza con questo rimedio naturale

Forse molti ignorano che esistono dei rimedi naturali, capaci di accompagnarci dolcemente verso un sonno rigenerante. Oggi proponiamo una tisana, a base di tre ingredienti con proprietà benefiche per il nostro organismo. Il primo è il miele, che ha una notevole azione sedativa, utile per calmare nervosismo ed eccitazione. Al secondo posto c’è l’aceto di mele, che oltre ad essere un valido rimedio per migliorare la digestione, ha un effetto rilassante e distensivo. Al terzo posto abbiamo la tisana, calda e corroborante, possibilmente una a scelta tra camomilla, passiflora e valeriana, che ci aiuterà ad addormentarci.

Cosa fare in caso di insonnia

Dall’unione di questi tre ingredienti, otteniamo la perfetta bevanda calda rilassante. Ci basterà aggiungere alla nostra tisana serale due cucchiai di aceto di mele e due cucchiaini di miele. Se non bastasse, possiamo pensare di sorseggiarla subito dopo un bel bagno caldo. Il bagno caldo si usa anche con i bimbi di pochi mesi, per facilitare il loro sonno, pertanto, potrebbe avere un effetto positivo anche su di noi. Consultiamoci col nostro medico di fiducia e scopriamo con quale rimedio potremmo combattere l’insonnia anche in gravidanza, augurandoci che non diventi cronica.

Lettura consigliata

Potremmo distinguere un brufolo dall’herpes labiale osservando le differenze

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te