Potremmo avere cervello più pimpante e aspetto più giovanile con questo prelibato frutto di stagione che risulterebbe utile anche contro il diabete

Il sogno delle persone è di vivere tutta la vita senza grossi problemi di salute. Soprattutto si cerca di scongiurare dei possibili decadimenti del cervello. Un cervello che funziona bene ci permette di mantenerci vispi e svegli anche ad età avanzata. Certo, leggere ci aiuta ad allenare il cervello. Lo fanno anche i simpatici esercizi che si trovano nei libretti delle parole crociate. Il cibo non è da meno. Una corretta alimentazione ci permetterebbe di fornire al nostro organismo tutto quello che serve per stare bene in salute.

Soprattutto in alcuni momenti dell’anno, bisogna fare attenzione al cibo. Quando arriva l’estate, ci si prepara alla cosiddetta prova costume. Allora si cominciano diete per dimagrire senza consultare un medico. Si rischia così di avere dei risultati approssimativi o di fare inutili sacrifici. Un aiuto per un ventre più piatto ci potrebbe venire dalle tisane. Quella del deserto, molto diffusa in Marocco, è un connubio tra due erbe efficaci. Potremmo preparare, secondo una ricetta tradizionale, un tè verde con delle foglie di menta.

Potremmo avere cervello più pimpante e aspetto più giovanile con questo prelibato frutto di stagione che risulterebbe utile anche contro il diabete

Per aiutare il cervello a tenersi in forma potremmo provare con quest’altra tisana. Si tratta di un’erba diffusa un po’ in tutto il Mondo. Il suo nome scientifico è centella asiatica e sembrerebbe avere un buon effetto sulla memoria. In alcuni Paesi cresce spontanea nelle risaie e sarebbe tradizionalmente indicata contro i disturbi di stomaco. Tuttavia, potremmo avere cervello più pimpante e un aspetto più giovanile con l’aiuto di un goloso frutto di stagione. Possiamo mettere al centro della tavola le fragole.

Questo frutto dal colore rosso nasconde delle proprietà di tutto rispetto. È ricco di molecole antiossidanti e antinfiammatorie, che sarebbero utili per il sistema cardiovascolare. Consumare delle fragole aiuterebbe un miglior controllo dei livelli di zuccheri nel sangue. Cosa che le conferirebbe un’utilità per prevenire il diabete di tipo 2. Le fragole però si rivelano utili anche per altri aspetti della salute. La ricerca scientifica le indicherebbe per la loro azione antinvecchiamento, sia a livello fisico che cognitivo. Ci aiuterebbero perciò a restare più giovani nel corpo, ma anche nella mente. Inoltre, altri possibili benefici delle fragole potrebbero includere il miglioramento delle malattie infiammatorie intestinali.

Come mangiare le fragole per chi soffre di diabete

Le fragole in genere si preparano anche in maniera gustosa. Spesso si aggiungono panna, una buona dose di zucchero e a volte del rhum e del limone. Non sarebbe questa, però, la preparazione che potrebbe aiutare a prevenire il diabete. La cosa migliore sarebbe scegliere fragole che siano pronte ad essere consumate. Queste sono dolci già naturalmente. Basterebbe lavarle bene con del bicarbonato di sodio, per eliminare l’eventuale presenza di pesticidi. Poi sciacquarle e consumarle così al naturale. Le fragole hanno un sapore fantastico.

Lettura consigliata

Oltre a essere l’alimento più ricco di vitamina D, ne basterebbe un cucchiaino per abbattere il colesterolo, ridurre l’artrosi e rinforzare le ossa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te