Polenta deliziosa anche il giorno dopo grazie a questo ingrediente segreto ricco di Omega 3, fosforo e potassio

Spesso è quasi inevitabile: quando si prepara un caldo piatto di polenta ne avanza sempre una parte. Fortunatamente, la sua natura lo rende un alimento molto versatile che può essere riutilizzato per un gran numero di ricette. Ecco 4 modi gustosi e veloci per riciclare la polenta avanzata dandole ancora più sapore. Oggi invece otterremo una polenta deliziosa anche il giorno dopo grazie a questo ingrediente segreto ricco di Omega 3, fosforo e potassio. Il segreto sta tutto in questo pesce delizioso che pochi comprano. Eppure, se consumato in dosi adeguate, potrebbe portare grandi benefici a cuore, ossa e denti.

Ingredienti

  • polenta q.b.;
  • baccalà scongelato o ammollato 500 g;
  • limone ½;
  • olio extravergine d’oliva 280 g;
  • alloro 2 foglie;
  • aglio 1 spicchio;
  • prezzemolo q.b.;
  • sale fino q.b.;
  • pepe nero q.b.

Polenta deliziosa anche il giorno dopo grazie a questo ingrediente segreto ricco di Omega 3, fosforo e potassio

Partiamo dalla nostra materia prima, selezionando dei tranci di baccalà che siano già stati messi in ammollo. Possiamo acquistarli così oppure possiamo farlo noi in casa per tre giorni, curandoci di cambiare l’acqua ogni sera. In alternativa, possiamo anche acquistare il baccalà surgelato.

Rimuoviamo la pelle da ogni trancio e, se necessario, tagliamo il pesce a pezzi più piccoli, così da accelerarne la cottura. Versiamo dell’acqua in una pentola, aggiungendo l’aglio in camicia e l’alloro insieme alla spremuta di metà limone. Prima però assicuriamoci di metterne da parte la scorza.

Quando l’acqua sarà arrivata a bollore, inseriamo in pentola anche il baccalà. Lasciamolo cuocere per circa 30 minuti a fuoco basso, rimuovendo di tanto in tanto le impurità con una schiumarola.

Nel frattempo, occupiamoci dei nostri crostini di polenta. Per prepararli, la cosa migliore è utilizzare quella del giorno prima, che è già ben solidificata. Infatti, con un coltello dobbiamo ritagliare i quadrati necessari per ottenere i crostini per quattro persone. Mettiamo dell’olio in padella e facciamo dorare la polenta su entrambi i lati. In alternativa, possiamo anche grigliarla con l’apposita padella rigata.

Una volta pronto, scoliamo il pesce assicurandoci di conservare l’acqua di cottura. Mettiamo il baccalà a raffreddare in una ciotola, cominciando a schiacciarlo con una forchetta e controllando che non ci siano spine. Adesso, versando i 280 g d’olio a filo, continuiamo a lavorare il pesce schiacciandolo con la forchetta. Ripetiamo l’operazione con 100 grammi di acqua di cottura finché non saremo soddisfatti della consistenza. Possiamo anche continuare con la frusta così da montare la crema di baccalà e ottenere una consistenza davvero cremosa. Aggiungiamo sale, pepe, scorza di limone e prezzemolo, e il nostro condimento è pronto. Non ci resta che servirlo sui nostri crostini di polenta ancora caldi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te