Pochi sanno che bastano questi metodi gratuiti e semplicissimi per tutelare il nostro nome su Internet

Il mondo di Internet può nascondere molte insidie. Questo avviene nonostante gli sforzi compiuti da operatori, sistemi di sicurezza e persino dalle forze di polizia di ciascun paese. Su Internet, infatti, operano truffatori, diffamatori e ciarlatani. Ecco che il nostro nome allora potrebbe essere dato in pasto, senza che ne siamo minimamente a conoscenza, a siti poco affidabili. Oppure ancora a ciarlatani e diffusori di falsità. O semplicemente potrebbe darci fastidio essere citati senza saperlo. Il problema aumenta esponenzialmente se pensiamo che lo stesso può avvenire per un’attività di cui siamo titolari o per un’associazione di cui facciamo parte. D’altronde, tutti facciamo il massimo per avere una buona reputazione e se qualcuno la mette in discussione ne vorremmo, per lo meno, essere informati.

Allo stesso modo, però, esiste più di un servizio automatico semplicissimo per ricevere aggiornamenti. Questi sono totalmente gratuiti, e potrebbero farci risparmiare il molto tempo che impieghiamo nel cercare il nostro nome sul motore di ricerca.

Pochi sanno che bastano questi metodi gratuiti e semplicissimi per tutelare il nostro nome su Internet

Questi nomi non saranno nuovi a molti di noi. In tanti, infatti, già li utilizzano per ricevere informazioni su argomenti specifici o tematiche particolari. Di queste, magari, vogliono ricevere informazioni sempre aggiornate per motivi di lavoro o di curiosità. Ma magari non tutti hanno pensato di utilizzarli per tutelare la propria privacy ed il proprio buon nome. Pochi sanno che bastano questi metodi gratuiti e semplicissimi per tutelare il nostro nome su Internet

Uno di questi sistemi si chiama Google Alert. A proporlo è la nota azienda che detiene, dunque, le chiavi gestionali di tutto ciò che passa per la sua barra di ricerca. Impostando questo servizio, si possono ricevere presso la propria casella e-mail gli aggiornamenti sulle pubblicazioni che ci riguardano con cadenza giornaliera o settimanale.

Un altro sistema efficace per risolvere questo problema si chiama Mention. Anche in questo caso possiamo avere la possibilità di cercare le nuove citazioni apparse sulle pagine e che riguardano il nostro nome. Un ulteriore strumento utilizzabile e gratuito è chiamato Talkwalker. Tramite questo sistema è possibile scegliere i risultati tramite query di complessità variabile, così come filtrare le notizie per luoghi e contesti e aggiungere operatori booleani alle ricerche.

Uno sguardo attento e consapevole

Mantenere uno sguardo attento che tutela la nostra privacy e quella dei nostri cari è un passaggio fondamentale. Peraltro, non dobbiamo mai dimenticare che una possibile insidia può risiedere anche nei social network, luogo naturale di condivisione di spunti ed idee. Ma che in alcuni casi potrebbero essere utilizzati da persone che cercano di ledere la nostra immagine. È bene dunque non abbassare la guardia.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te