Pochi lo sanno ma è questo elemento che molti trascurano che spesso causa la morte delle piante

Sul balcone o in casa, tutti abbiamo delle piante. Ne esistono tante varietà: grandi, piccole, sempreverdi e non, fiorenti.

A prescindere dal tipo e dalle dimensioni, sappiamo che hanno bisogno di cure, alcune specifiche, altre comuni a buona parte delle specie. Innaffiarle, nutrirle, proteggerle. A volte nonostante la buona volontà però le nostre piante non sopravvivono, ciò spesso avviene perché sottovalutiamo un aspetto in realtà fondamentale.

Pochi lo sanno ma è questo elemento che molti trascurano che spesso causa la morte delle piante

Può capitare che la nostra pianta stia male a causa di alcune malattie che l’attaccano. Infatti ad esempio molti ignorano come prevenire queste temibili malattie che in autunno devastano orto e giardino.

Oltre a stare attenti a quelle, è però necessario prendersene cura in modo giusto e ragionato.

La maggior parte delle piante si innaffia con moderazione e a seconda delle necessità, tenendo presente stagione e ambiente. È il caso di questo straordinario bulbo con coloratissimi fiori da fiaba a primavera.

A volte però scappa un po’ d’acqua di più, o seppur ben dosata risulta comunque eccessiva.

Ciò provoca dei ristagni estremamente nocivi. Le radici marciscono e con queste tutta la pianta, la cui fine è inevitabile. C’è ben poco allora da fare per salvarla, la pianta è andata. E con lei anche tutto il tempo e i soldi che vi avevamo investito.

Possiamo però prevenirne la morte con una speciale dotazione che consentirà all’acqua di fluire più velocemente senza ristagni.

Per farlo dobbiamo prestare attenzione al terreno e far sì che sia drenante.

Come rendere il terreno drenante

Per evitare i ristagni naturalmente ci conviene usare vasi bucati sotto e in più svuotare con frequenza il sottovaso. Oltre a questi accorgimenti però dobbiamo utilizzare anche speciali materiali che rendano drenante il terreno, questo è fondamentale per il benessere della pianta.

Vi sono vari materiali adatti allo scopo e acquistabili presso i negozi di giardinaggio:

  • sabbia;
  • argilla espansa:
  • perlite, attenzione a maneggiarla con cura e con mascherina perché rilascia polveri per noi fastidiose;
  • pietre pomice;

Possiamo usarli in modi diversi. Uno è mescolarli assieme alla terra, stando accorti nella quantità.

I materiali devono lasciane comunque sufficiente spazio alle radici senza intralciarle e permettendo l’aerazione.

Il secondo metodo è inserirli invece sul fondo del vaso. Ovviamente bisogna fare un unico strato, poiché in numero maggiore imprigionerebbero l’acqua.

Il drenaggio del terreno, pochi lo sanno ma è questo elemento che molti trascurano che spesso causa la morte delle piante.

Approfondimento

Come mettere al riparo le piante sul balcone da freddo e intemperie ormai vicini

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te