Pochi conoscono il trucco infallibile per far crescere le zucchine più a lungo

Le zucchine sono tra le piante di stagione più apprezzate e coltivate. Questo perché la coltivazione di questa pianta non è troppo difficoltosa e i suoi frutti sono estremamente versatili in cucina. In un articolo precedente, spieghiamo infatti come preparare un piatto a base di zucchine in pochi minuti.

In realtà, sebbene siano coltivate da molti, le zucchine sono soggette a malattie fungine che possono comprometterne la crescita. Per evitarle il più possibile, possiamo usare un metodo poco conosciuto.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Infatti, pochi conoscono il trucco infallibile per far crescere le zucchine più a lungo. Oggi vogliamo spiegare ai nostri Lettori come coltivare le zucchine ad alberello ed avere così un raccolto più abbondante e più duraturo.

Pochi conoscono il trucco infallibile per far crescere le zucchine più a lungo

La tecnica ad alberello è un modo per coltivare le zucchine che ci permetterà di limitare le malattie che possono colpire la nostra pianta. Come molti di noi sanno, spesso le zucchine sono vittime di malattie fungine. Tra queste, l’oidio è la minaccia numero uno per le zucchine. Questo fungo parassita si manifesta con delle macchie bianche sulla superficie delle foglie.

L’oidio e le altre malattie da fungo sono più frequenti tra le zucchine che crescono su una superficie piana. Coltivarle in questo modo ci permetterà di ridurne il rischio.

Inoltre, gli ortaggi rampicanti offrono raccolti più generosi e più a lungo. Infine, le zucchine ad alberello sono la soluzione migliore per chi ha poco spazio su una superficie piana.

Come procedere

  • Le zucchine per crescere ad alberello hanno bisogno di un supporto perché con il peso tendono a sdraiarsi. Posizioniamo dunque una canna il più vicino possibile alla pianta facendo attenzione a non danneggiare né le zucchine, né la testa della pianta.
  • Dopo aver infilato la canna nel terreno in modo stabile, dobbiamo legare la pianta. Per farlo usiamo le sue foglie. Individuiamo la foglia più vicina alla testa della pianta ed iniziamo ad avvolgerla attorno alla canna. Facciamo attenzione a legarla ben stretta per assicurare una maggiore stabilità all’impianto.
  • Non spaventiamoci se la foglia arrotolandola dovesse rompersi, l’importante è che non si stacchi dal fusto. In questo modo, la foglia una volta secca si attaccherà meglio all’impianto. A questo punto, lasciamo la parte finale della foglia rivolta verso il basso in modo che non si sciolga. Man mano che la pianta cresce, dovremo ripetere l’operazione.
  • Infine, togliamo le foglie più basse e vecchie che non sono indispensabili per la crescita della pianta. Quindi, rimuoviamole con un coltello pulito. Quest’operazione permetterà alla pianta di produrre una maggiore quantità di zucchine più a lungo nel tempo e la difenderà dai funghi.
(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te