Pochi conoscono come risparmiare fino a 6.000 litri d’acqua abbassando drasticamente i costi in bolletta

Il Governo italiano è stato chiaro, ci saranno aumenti, anche consistenti, nelle bollette di luce e gas. Questo rincaro, di molti punti percentuale, è determinato soprattutto dall’innalzamento dei costi delle materie prime, anche delll’80%. Tutto questo è cominciato con l’inizio di ottobre e, sebbene lo Stato abbia stanziato diversi miliardi per aiutare molte famiglie, la situazione è preoccupante.

Urge per cui trovare delle scappatoie che ci aiutino a risparmiare in altri ambiti, in modo da rendere meno pesanti questi rincari. Una di queste riguarda l’acqua che consumiamo in casa, che potremmo renderla meno cara rispetto a quella degli anni passati. Pochi conoscono come risparmiare fino a 6.000 litri d’acqua abbassando drasticamente i costi in bolletta. Andiamo a scoprire come.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Un bene da salvaguardare

L’acqua è davvero preziosa e tutt’altro che illimitata. Il comportamento, però, della maggior parte delle persone, fa intuire come quest’ultima caratteristica passi in secondo piano. Il prezioso liquido lo usiamo davvero in molti ambiti, dall’igiene all’irrigazione, e proprio per questo gli sprechi sono davvero ricorrenti.

Oltre all’impatto ambientale negativo uno sperpero di acqua si traduce in maggiori costi nella bolletta. Essendo il nostro Paese uno dei più spreconi da questo punto di vista, l’obbiettivo comune deve essere quello di usufruire di questo bene in maniera razionale.

Pochi conoscono come risparmiare fino a 6.000 litri d’acqua abbassando drasticamente i costi in bolletta

Con i suggerimenti che tra poco leggeremo vedremo come risparmiare fino 6.000 litri d’acqua all’anno andando ad abbassare drasticamente il costo in bolletta. Allo stesso tempo, però, andremo a strizzare l’occhio anche all’ambiente consumandone di meno.

La prima regola, forse la più significativa, è quella riguardante l’uso inappropriato dei nostri rubinetti. Soprattutto durante l’igiene personale, lavandoci i denti o facendoci una doccia, è diffuso il brutto vizio di lasciare l’acqua aperta quando non ci serve. Chiudiamo quindi i rubinetti mentre ci spazzoliamo i denti o ci diamo un’insaponata; sono dei piccoli accorgimenti che faranno la differenza. Nello stesso ambito riempire una vasca per farci un bagno è molto più dispendioso di una doccia veloce.

C’è poi un errore a cui non facciamo spesso caso e riguarda la lavastoviglie. Quando la sua capienza non è sfruttata al massimo sarebbe meglio evitarla e prediligere il lavaggio di quelle poche stoviglie a mano. Se crediamo sia inutile basti pensare che così facendo si risparmiamo in un anno migliaia di litri di acqua.

Altro consiglio è quello di prediligere elettrodomestici (lavatrici o lavastoviglie) in classe A nati non solo per risparmiare energia ma anche l’acqua utilizzata. Il maggiore costo iniziale lo andremo poi facilmente a recuperare nella bolletta che risulterà, sin da subito, decisamente più abbordabile.

Per ultimo ciò che nessuno ci ha mai detto: quando si va via di casa per qualche giorno sarebbe opportuno chiudere il rubinetto generale. Questo, seppur in modo silente, ci aiuterà a risparmiare nel caso in cui ci sia qualche perdita o sgocciolamento di cui non ne siamo a conoscenza.

Consigliati per te