Piuttosto che aggiungere zucchero o bicarbonato, per un sugo al pomodoro perfetto e senza acidità meglio fare così, parola di nonna

La semplicità conquista sempre tutti i palati. Il classico piatto di pasta, condita con un buon sugo al pomodoro, è l’emblema della bontà tricolore. Semplice, economico e pronto in 15 minuti, il sugo di pomodoro è il condimento più amato dagli italiani e non solo. Impreziosito da una profumatissima foglia di basilico, rende goloso anche un banalissimo piatto di pastasciutta.

La quantità degli ingredienti non rende una pietanza più prelibata di altre. Ciò che conta è la qualità dei prodotti utilizzati. Lo sostengono molti chef che a piatti elaboratissimi prediligono ricette semplici con pochi ingredienti ma rigorosamente di qualità.

Consigli di cucina da ricordare

Il sugo di pomodoro fa parte della lista dei condimenti più buoni e veloci. Inoltre, può avere numerose varianti e per questo resta tra i più gettonati.
Accontenta grandi e piccini grazie ai pomodori freschi, oppure con la polpa, con i pelati o ancora con la passata. Il ragù, poi, è ricco e rende la pasta quasi un piatto unico. A tal proposito, ecco i segreti per un ragù semplicemente perfetto in poche mosse.

Pomodoro e acidità

Sappiamo tutti che tra le caratteristiche del pomodoro spicca anche la sua acidità. Difatti, il pomodoro è acido per natura e quindi bisognerà sempre farci i conti. Per questo motivo, in cucina vengono messi in campo i rimedi più disparati per diminuire o eliminare quel sentore acido.

Diverse sono state le occasioni in cui abbiamo parlato dei metodi della nonna per risolvere la problematica. Ecco, ad esempio,  2 semplici trucchetti rubati agli chef per preparare piatti sempre buonissimi.

Tra i rimedi naturali più classici e famosi, per eliminare l’acidità del pomodoro troviamo lo zucchero e il bicarbonato. Due ingredienti che generazioni intere hanno utilizzato pensando di contrastare l’effetto acido del pomodoro.

Tuttavia, piuttosto che aggiungere zucchero o bicarbonato, per un sugo al pomodoro perfetto e senza acidità meglio fare così, parola di nonna

Grazie all’esperienza, le nonne sono il punto di riferimento di tante giovani donne, ma anche di numerosi uomini, che intendono sperimentare le proprie doti culinarie.

In quest’articolo abbiamo raccolto qualche piccolo segreto della nonna per un sugo di pomodoro semplicemente perfetto.

Innanzitutto, come abbiamo sottolineato sopra, servono prodotti di qualità. Tra le diverse tipologie di pomodoro, spicca per dolcezza il San Marzano.

Inoltre, aggiungere il sale durante la cottura è un passaggio fondamentale per un giusto equilibrio di sapori.

Quando mettere il sale?

Il sale andrebbe aggiunto all’inizio della cottura e non alla fine, come fanno molti. A conclusione, poi, il sugo va assaggiato per capire se deve o meno essere “aggiustato” di sale.

Per neutralizzare l’acidità del pomodoro molti utilizzano lo zucchero, oppure un mezzo cucchiaino di bicarbonato. Come abbiamo detto in precedenza, piuttosto che aggiungere zucchero o bicarbonato, per un sugo al pomodoro perfetto e senza acidità meglio fare così, parola di nonna.

La carota è un’ottima alternativa. Buona e dolciastra regala al sugo una nota di dolcezza. Sicuramente molti conoscono questo metodo. Ciò che è meno noto, invece, sarebbe la quantità ideale per raggiungere un risultato perfetto.

Per un sugo molto dolce e saporito per ogni bottiglia di passata o chilogrammo di pomodori aggiungere due o tre carote grandi.
Per un sapore finale meno dolciastro basterà una piccola carota a neutralizzare l’acidità.

Inoltre, si consiglia di sbucciare la carota e tagliarla in due, in senso verticale. Aggiungere subito l’ingrediente nel sugo per avere un effetto più efficace.

Per il soffritto, invece, vanno bene sia l’aglio che la cipolla. Ovviamente, per un gusto più dolce la cipolla è l’ideale. Per aggiungere più gusto al piatto, alla cipolla si può unire l’aglio, sedano e la carota.

Approfondimento

Basilico fresco e profumatissimo anche in autunno e in inverno con questi 3 trucchetti furbi
(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te