Perché non dovremmo mai usare lo scolapasta ma è questo il metodo corretto per tirare giù la pasta

La pasta è uno di quegli alimenti che, insieme alla pizza, ci rende famosi a livello internazionale. Oltre che essere uno di quelli più presenti nelle dispense di tutte le cucine dal Nord al Sud Italia.

Celebre è ancora la scena con Alberto Sordi in “Un americano a Roma”, dove il protagonista si avventa su un succulento piatto di spaghetti al pomodoro senza lasciargli scampo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Sono ormai innumerevoli le volte in cui abbiamo cotto e tolto dall’acqua etti ed etti di pasta. Sempre con il nostro scolapasta di fiducia a portata di mano.

Certo, questa è senza dubbio la soluzione più veloce per versarla nella padella o nella biella col condimento. Ma in realtà non sarebbe quella più adatta. In quest’articolo spiegheremo ovviamente il perché, fornendo anche un piccolo e veloce consiglio per cuocere la pasta fresca.

Vediamo allora con la nostra Redazione perché non dovremmo mai usare lo scolapasta ma è questo il metodo corretto per tirare giù la pasta.

Rivediamo il nostro metodo

Con lo scolapasta si fa in un attimo, questo è vero. Ma così toglieremo tutta l’acqua di cottura. In questo modo le toglieremo buona parte dell’amido, fonte importante di energia. Inoltre, avremo più difficoltà ad amalgamarla ai sughi più densi e compatti. Sicuramente avremo notato qualche volta che la pasta che abbiamo messo nella biella non riusciva ad “assorbire” bene il condimento.

Ecco allora come bisogna fare

Ecco allora perché non dovremmo mai usare lo scolapasta. Ora vedremo invece il metodo corretto per scolarla. E per metterlo in pratica basta davvero poco.

Infatti, ci dovremo “armare” solamente di due utilissimi strumenti da cucina. La schiumarola e il forchettone. Quando la pasta sarà cotta, li utilizzeremo per scolarla. Nello specifico, useremo il forchettone per le paste lunghe come gli spaghetti, i bucatini o le tagliatelle. Mentre la schiumarola servirà per penne, conchiglie o farfalle.

Così facendo manterremo l’amido nell’acqua di cottura della pasta, e non avremo difficoltà a trattenere alla perfezione il sugo in padella. Ecco perché non dovremmo mai usare lo scolapasta ma è questo il metodo corretto per tirare giù la pasta.

Un piccolo consiglio di cottura

Può capitare che, quando cuociamo della pasta fresca, si attacchi alla pentola. Per evitare che succeda, potremmo aggiungere un filo di olio all’acqua di cottura.

Consigliati per te