blank

Cosa fare per risolvere questo fastidioso problema con le pentole quando si utilizzano in questo modo

Le nostre mamme sono le regine della cucina. Da quando siamo nati, ci avranno preparato migliaia e migliaia di piatti differenti e sperimentato tantissimi metodi di cottura. Sicuramente, almeno una volta nella vita, avranno sfruttato anche la cottura a bagnomaria, per tenere caldi gli alimenti.

Per chi non lo sapesse, questo sistema consiste nel riporre sui fornelli un contenitore come una pentola o una padella dentro un altro più grande. In questo modo, il vapore dell’acqua che abbiamo messo nel recipiente sottostante scalderà la base di quello sopra, e così anche il cibo all’interno.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

A volte capita, però, che la fisica non ci venga in aiuto. E che per qualche motivo, quando cerchiamo di estrarre la prima pentola terminata la cottura, non ci riusciamo. Perché si è incastrata in quella sotto.

Questo è un problema davvero seccante e chi lo ha provato sulla propria pelle sa bene di cosa si parla. Ecco perché si è deciso di inserire qui una piccola ed utile guida per venirne a capo.

Seguiamo bene i consigli della Redazione, perché ci dirà Cosa fare per risolvere questo fastidioso problema con le pentole quando si utilizzano in questo modo.

Un trucchetto facile e veloce per separare le pentole

Per staccare i due recipienti in realtà basta davvero poco. È sufficiente conoscere un semplice trucchetto.

Tutto quello che dobbiamo fare è riempire il lavandino con un po’ di acqua calda. Dopodiché si immerge solamente la pentola più grande, quella che sta sotto. Assicuriamoci che nell’altra non entri l’acqua.

Ora prendiamo dei cubetti di ghiaccio dal congelatore e li inseriamo nella pentola sopra. Quindi attendiamo. Dopo una decina di minuti in teoria dovremmo essere in grado di separare i recipienti con relativa facilità.

Una questione di fisica

Alla base di questo sistema c’è una banalissima legge della fisica. Scaldando il recipiente alla base e raffreddando quello sopra, si è creata una notevole differenza di temperatura.

Il caldo ha dilatato la pentola inferiore, espandendone il volume. Il contenitore sopra, invece, si è contratto per il freddo, che ne ha facilitato la rimozione.

Ecco allora spiegato cosa fare per risolvere questo fastidioso problema con le pentole quando si utilizzano in questo modo.

Consigliati per te