Per mangiare alcuni legumi senza avere problemi di pancia gonfia e gas addominali si dovrebbe conoscere il segreto che conservano i napoletani

I legumi sono un alimento prezioso dal punto di vista nutrizionale perchè fonte naturale di proteine. Costituiscono una valida alternativa al consumo di carne e proteine di origine animale. Sono adorati per questo motivo dai vegetariani e dai vegani. Non solo proteine, i legumi contengono anche fibre in quantità e pochissimi grassi. Da molti sono però temuti per lo sgradevole effetto collaterale che vede il nostro organismo produrre gas intestinali e conseguente pancia gonfia.

Per mangiare alcuni legumi senza avere problemi di pancia gonfia e gas addominali si dovrebbe conoscere il segreto che conservano i napoletani

Le bucce di alcuni tipi di legumi come fagioli o piselli possono essere, inoltre, difficilmente digeribili. C’è un prodotto del territorio napoletano che vale oro proprio per questo motivo. Questa eccellenza territoriale è stata persino insignita del Presidio Slow Food. Stiamo parlando dei Piselli Centogiorni del Vesuvio.

Piselli Centogiorni coltivati a Napoli

Questa varietà di legumi è coltivata nel territorio vesuviano della Provincia di Napoli ma è purtroppo un prodotto di nicchia. Si stima che questi gustosi piselli coprano una superficie per un totale di dieci ettari coltivati. Nei Comuni del napoletano si coltivavano molte varietà di leguminose già da epoca antichissima. Già Greci ed Etruschi conoscevano questo tipo di piselli. Purtroppo con l’avvento della meccanizzazione dei processi produttivi dell’industria conserviera, la varietà dei piselli Centogiorni è stata prograssivamente abbandonata a favore di varietà più remunerative. I piselli centogiorni, infatti, sono così denominati perché l’iter di produzione dura all’incirca cento giorni. Si tratta di piante rampicanti e non hanno necessità di irrigazione. Spesso si coltivano insieme alle albicocche oppure all’uva. Si possono mangiare freschi con raccolta primaverile oppure essiccati tutto l’anno.

Le proprietà e il gusto

La particolarità e grande pregio di questa varietà napoletana di piselli è la buccia molto morbida, mai dura. Questa caratteristica li rende più digeribili ma sopratutto produrranno minor quantità di gas addominali. Dal punto di vista organolettico, sono poi molto dolci e perciò adorati dai bambini. Si gustano in molti modi ma soprattutto con ricette tipiche della tradizione napoletana. La preparazione principe dove questi legumi danno il meglio è la pasta con i piselli alla napoletana.

Ingredienti:

  • 250 grammi di pasta corta;
  • 400 grammi di piselli centogiorni;
  • 80 grammi di pancetta a dadini;
  • 2 cipollotti;
  • olio Evo e sale;
  • cacioricotta a scaglie.

Mettiamo a bollire i piselli per almeno un quarto d’ora, poi scoliamoli. Nel frattempo facciamo rosolare i cipollotti lavati e tagliati finemente con i dadini di pancetta. Aggiungiamo i piselli centogiorni e facciamo soffriggere per alcuni minuti. Facciamo cuocere nel frattempo la pasta e dopo una decina di minuti scoliamola e versiamola nella padella con i piselli. Spegniamo la fiamma e grattugiamo q.b. di cacioricotta. Impiattiamo subito.

Per mangiare alcuni legumi senza avere problemi di pancia gonfia, basterà scegliere questa eccellenza dell’agricoltura campana.

Lettura consigliata

Pochi sanno che i pugliesi conoscono il rimedio per l’intestino pigro

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te