Per liberarci delle mosche che infestano casa anche con le finestre chiuse scoviamo nidi e uova prima di provare questi rimedi naturali

L’avvicinarsi dell’estate è fonte di gioia per moltissime persone. Tuttavia, oltre a giornate più lunghe, temperature più alte e, per tanti, le agognate ferie, esistono anche risvolti negativi di questo cambio stagione. Infatti è proprio durante il periodo caldo che va dalla primavera inoltrata all’autunno che mosche, zanzare e cimici tornano all’attacco. Le zanzare, famose per disturbare i nostri sonni, si possono neutralizzare con alcuni trucchi naturali; la stessa cosa si potrà fare con i calabroni. Anche le cimici nascoste negli angoli più impensabili della casa potranno essere scovate e debellate.

Oggi, però, ci si concentrerà principalmente su mosche e mosconi, incubo delle campagne, ma anche delle città. Si tratta di animali molto fastidiosi che amano ronzare attorno alle persone e agli animali. Spesso ci si imbatte in moltissime mosche in casa senza riuscire a capirne la provenienza. Le mosche, infatti, potrebbero non arrivare da fuori, ma essere sempre state in casa nostra. Pensare ad un nido di mosche all’interno della propria abitazione potrebbe fare inorridire molti. Tuttavia, si tratta di un’evenienza meno rara di quanto si potrebbe immaginare.

Per liberarci delle mosche che infestano casa anche con le finestre chiuse scoviamo nidi e uova prima di provare questi rimedi naturali

Le mosche amano i luoghi dove ci sono rimasugli di cibo o, in generale, sporcizia. I segnali più diffusi che ci faranno capire che siamo in presenza di un’infestazione di mosche sono principalmente tre. Da un lato si potranno notare delle macchie scure molto piccole nelle zone più trascurate della casa. Si consiglia di controllare i lampadari, ma anche i davanzali. Poche mosche ronzanti non dovrebbero allarmare, è normale durante l’estate. In ogni caso, se le mosche presenti in casa fossero molte di più, sarà bene correre ai ripari, perché probabilmente ci sarà una vera e propria infestazione. Un ultimo segnale è la presenza di bigattini, le larve della mosca.

Larve

Nel caso in cui ci si imbatta nelle larve della mosca, bisognerà eliminarle prima che crescano. Per fare questo si potrà utilizzare l’aceto, ma anche oli essenziali. Le mosche amano gli ambienti umidi e ricchi di sostanze organiche come i cassonetti dell’umido e le cucine. Proprio in questo ambiente si dovrà guardare anche negli angoli, compresa la parte inferiore della tavola. Se il problema non è ancora in fase molto grave, si potrà utilizzare anche la birra per attirare le larve della mosca.

Allontaniamole in questo modo

Per tenere lontane le mosche dalle persone si potrà provare ad utilizzare la menta in combinazione con l’aceto. Si tratta di prodotti con odori molto forti, non particolarmente amati dalle mosche. Per liberarci dalle mosche che infestano casa si potrà, quindi, usare questo insetticida naturale che aiuterà ad allontanarle. Per evitare che si avvicinino alla nostra abitazione, poi, bisognerà fare attenzione a non lasciare in giro residui di cibo e pulire accuratamente la cucina.

Approfondimento

L’erba magica che allontanerà definitivamente le mosche a costo zero

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te