Per le infiammazioni alle vie urinarie questo antibiotico naturale è un ottimo disinfettante e si sposa benissimo con tisane e bicarbonato

La presenza di batteri nell’uretra e la loro proliferazione nelle vie urinarie possono creare infezioni, che sono molto diffuse a prescindere da sesso ed età.

Riguardano le vie urinarie basse come uretra e vescica e se non curate possono diffondersi verso quelle superiori, cioè gli ureteri.

La patologia più grave è l’infezione al rene che comporta un rischio di perdita delle funzionalità, che spesso viene scongiurata attraverso intervento chirurgico.

Cause e sintomi

Il batterio che porta queste infezioni può essere presente inizialmente nell’intestino e attraverso genitali e ano penetra nell’uretra.

I microrganismi che vivono nell’intestino sono numerosi e l’approdo all’uretra è naturale perché è l’organo più vicino. La colonizzazione dei batteri negli organi genitali femminili può essere più diffusa perché l’uretra è più corta rispetto a quella maschile.

La diffusione può essere dovuta anche a utilizzo di cateteri durante ospedalizzazioni oppure di supporti utilizzati in caso di incontinenza.

I sintomi sono di vario genere. Dalla minzione frequente alla difficoltà a urinare, dalla minzione dolorosa a dolori diffusi nella zona lombare e alla febbre.

Se sono coinvolte le vie urinarie alte si possono avere vomiti, brividi e dolori toracici.

Per le infiammazioni alle vie urinarie mantenere comportamenti corretti basati sulla prudenza è fondamentale in sede di prevenzione. Una corretta igiene intima è basilare come la protezione durante i rapporti sessuali. Ma anche bere molta acqua, non indossare indumenti intimi sintetici e stretti e non utilizzare prodotti chimici che possono irritare l’uretra.

Per le infiammazioni alle vie urinarie questo antibiotico naturale è un ottimo disinfettante e si sposa benissimo con tisane e bicarbonato

Le tisane che aiutano ad alleviare i dolori causati dalle infiammazioni sono tante. Per esempio, la malva e l’uva ursina sono emollienti e aiutano la diuresi. Menta e mais hanno proprietà antisettiche e disintossicanti. Il corbezzolo è un ottimo disinfettante naturale. L’erica ha proprietà sedative.

Molti ritengono che il rimedio naturale migliore per questi tipi di infezioni sia il bicarbonato di sodio per le sue proprietà antibatteriche e antimicotiche.

La capacità di eliminare l’acido delle urine e la pulizia delle vie urinarie sarebbero i motivi che portano le persone a sceglierlo come primo rimedio curativo.

Le donne in gravidanza e le persone affette da patologie gravi dovrebbero però chiedere un parere medico prima dell’assunzione.

Uno sciroppo naturale che non contrasta con tisane o bicarbonato è quello a base di camomilla, mirtilli e D-Mannosio, uno zucchero naturale estratto dal legno di betulla e larice. Questo zucchero non viene metabolizzato dall’intestino e giungendo inalterato alla vescica si unisce ai batteri favorendo l’espulsione.

La camomilla invece fa valere le sue proprietà rilassanti soprattutto in presenza di dolori addominali e pelvici e il mirtillo ha una forte azione antibatterica che limita la proliferazione.

Lo sciroppo può facilmente essere preparato con 200 ml di acqua e 1 cucchiaino di camomilla, 1 di foglie di mirtillo e 1 di zucchero naturale.

L’infusione non deve essere inferiore ai 10 minuti.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te