Molti pensano che le urine torbide o fosforescenti siano pericolose ma non sanno che quelle trasparenti potrebbero mettere a rischio alcune importanti funzionalità

Ci sono svariati modi in cui il nostro corpo ci avvisa che qualcosa non va. Il colore delle urine, per esempio, è un segnale importante che dovrebbe spingerci a una visita di approfondimento quando è diverso da quello abituale. Soprattutto se non si tratta di un episodio isolato.

Le patologie riguardanti reni, vescica e uretra sono varie e quando la colorazione dell’urina non è gialla e limpida è consigliato indagare.

L’aspetto torbido può significare presenza di infezioni che possono essere curate facilmente. In alcuni casi, una maggiore presenza di bilirubina nel fegato può portare a malfunzionamenti dell’apparato urinario che potrebbero aggravarsi e avere conseguenze spiacevoli.

Perché cambia il colore

Essendo di colore scuro, in molti pensano che le urine torbide potrebbero significare brutti guai. La presenza di batteri, sangue o cristalli può essere dovuta a diversi motivi. Cistiti, prostatiti o disfunzioni renali potrebbero portare a presenza di sangue o a bruciori durante la minzione. Una causa molto diffusa che può far sorgere queste patologie è data dai calcoli renali. Sono disturbi a cui comunque può essere dato un rimedio.

L’esame delle urine e l’urinocoltura sono fondamentali per determinare l’origine di questi disturbi.

Spesso dopo aver assunto integratori di vitamine, il colore delle urine può diventare di un giallo molto intenso, quasi fosforescente.

Gli integratori di vitamina B2 utilizzati dagli sportivi possono avere questo effetto, ad esempio. Si tratta di un segnale importante, cioè che la quantità di vitamina assunta sta andando oltre al fabbisogno necessario. Quando l’intestino non riesce più ad assorbirla, l’organismo la espelle attraverso le urine.

Il cambio di colore e di odore può essere una conseguenza del consumo di determinati tipi di cibo come asparagi o barbabietole. Oppure dell’assunzione di determinati medicinali, antidolorifici, terapie chemioterapiche o steroidi.

Molti pensano che le urine torbide o fosforescenti siano pericolose ma non sanno che quelle trasparenti potrebbero mettere a rischio alcune importanti funzionalità

Quando le urine sono chiarissime o trasparenti siamo portati a pensare che sia tutto a posto. Può essere invece l’avvertimento che il consumo di acqua non è corretto.

Quando si va oltre il fabbisogno giornaliero o l’organismo non assorbe più acqua di quanto ne perda ci può essere una riduzione di sodio nel sangue. Le conseguenze più gravi riguardano la sfera neurologica.

È più facile che l’urina chiarissima sia correlata all’insorgenza del diabete. Questa patologia potrebbe inizialmente portarci a bere di più senza riuscire a saziare la sete. In questi casi sono i sintomi associati a metterci in allerta. Perdita di peso, stanchezza e continuo bisogno di urinare rientrano nella sintomatologia.

Quando le funzionalità renali non sono normali, l’urina potrebbe essere trasparente perché i reni non stanno smaltendo le tossine il cui accumulo è pericoloso.

Infine, occorre tenere sotto controllo gli stati d’ansia. Le persone ansiose sono portate a urinare con maggiore frequenza e di conseguenza a idratarsi oltre il necessario.

Il contenuto di questo articolo è stato letto corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello»)

Consigliati per te