Per far passare il mal di gola da aria condizionata sono questi i rimedi che potrebbero aiutarci a evitare febbre e tosse in poche ore

Uno dei motivi che potrebbe causare il mal di gola è l’aria secca. La qualità dell’aria che respiriamo negli ambienti chiusi diventa molto importante durante la stagione stiva. Di solito i condizionatori vengono utilizzati non per riciclare l’aria o per deumidificare ma per abbassare la temperatura. Passare troppo tempo in luoghi chiusi rinfrescati meccanicamente porterebbe disidratazione e secchezza a laringe e faringe e si potrebbe arrivare a bronchite e tracheite.

Il mal di gola sarebbe un riflesso dell’infiammazione della muscosa del cavo orale causato dal freddo o da repentini abbassamenti di temperatura. La proliferazione di virus e batteri e la febbre sarebbero conseguenze frequenti. Se non si superano i 38 gradi dovremmo, però, evitare di intervenire, perché la febbre rappresenta una difesa naturale dell’organismo contro i virus. Lo sbalzo di temperatura potrebbe portare queste infiammazioni partendo dal naso che in questi casi potrebbe diventare ipersensibile.

Per far passare il mal di gola da aria condizionata sono questi i rimedi che potrebbero aiutarci a evitare febbre e tosse in poche ore

La sensazione di mal di gola che proviamo quando deglutiamo potrebbe essere causata dall’infiammazione della parte posteriore del naso, cioè la parte alta della faringe detta rinofaringe.

Per evitare noiose rinofaringiti dovremmo utilizzare il condizionatore dell’aria nelle ore più calde della giornata impiegando la funzione deumidificatore o ventilatore. Secondo le normative, la temperatura minima non dovrebbe scendere sotto i 22 gradi, ma ciò che dobbiamo allontanare è la possibilità che si verifichi uno shock termico. È questo che crea problemi alla salute. Sollevare a 24 gradi questa soglia potrebbe eliminare definitivamente il pericolo di sbalzi di temperatura troppo gravosi per l’organismo.

Se vogliamo prevenire questi problemi potremmo utilizzare una leggera sciarpa di cotone per proteggere naso e gola quando entriamo in un ambiente refrigerato. In ogni caso alimentazione e giusta idratazione rafforzano il fisico per fare in modo che questi traumi vengano assorbiti più facilmente. Anche preoccuparsi della corretta manutenzione dei filtri degli apparecchi domestici è un comportamento prudente che potrebbe aiutare.

Un mix vincente

Per far passare il mal di gola causato da infezioni batteriche il medico ricorre agli antibiotici. Quando la causa è un colpo di freddo causato da uno shock termico di lieve entità, ci sono rimedi più leggeri ma molto efficaci a cui potremmo pensare.

Assumere dalle 10 alle 40 gocce di propoli insieme a miele e limone produrrebbe tanti benefici. Si tratta di una resina dei pioppi che avrebbe proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche e antiossidanti. Dovremo prendere le gocce di mattina appena svegli oppure nel tardo pomeriggio lontano dai pasti. Aggiungere il miele è importante perché è un lenitivo delle vie respiratorie.

Dopo un breve periodo in cui lo assumiamo, i dolori e i fastidi che proviamo nella gola potrebbero diminuire. Se aggiungiamo anche la menta, potremmo ottenere un effetto rinfrescante e calmante che completerebbe l’azione curativa. Il mentolo è utile per ridurre il muco e provare sollievo nonostante l’infiammazione.

Lettura consigliata

Anziché carbone attivo o vegetale per combattere meteorismo e gonfiori addominali estivi potrebbero bastare queste fibre naturali consigliate dalle nonne

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te