Per far brillare i sanitari incrostati e pulire il bagno non solo bicarbonato e aceto ma anche questi 3 furbi rimedi

Il bagno è la zona della casa che più di altre necessita di pulizia quasi quotidiana. Trascurare i sanitari potrebbe rivelarsi un errore, calcare e macchie comincerebbero a proliferare danneggiandoli. La frequenza con cui lavare il bagno non è stabilita in maniera univoca, dipenderà molto anche dall’utilizzo che se ne fa.

Infatti, nel caso in cui si viva la maggior parte del tempo fuori casa si potrà procedere con meno frequenza.

In molti per pulire la vasca da bagno o i sanitari e sbiancarli utilizzano il sale o il borato di sodio. Ma non sono gli unici rimedi, altri preferiscono utilizzare l’aceto o il bicarbonato ma anche in questo caso ci saranno ulteriori alternative.

Tra gli altri possiamo citare il limone o l’olio di trementina unito a del sale fino. Si tratta di rimedi che possono sostituire i normali prodotti per la pulizia.

Cosa fare

Prima di passare ai sanitari, tuttavia, durante la pulizia del bagno è necessario occuparsi di polvere ed eventuali ragnatele.

Infatti, spesso, i davanzali delle finestre o i ripiani del lavandino, se non spolverati con frequenza, potrebbero riempirsi di polvere.

Oltre a ciò anche le ragnatele andrebbero eliminate, quindi si consiglia di alzare la testa al soffitto e, nel caso, procedere.

Quando si maneggiano prodotti per la pulizia si dovrebbero utilizzare dei guanti in gomma per proteggere le mani.

Dopo essersi occupati del soffitto, della polvere e del pavimento si potrà passare ai sanitari e alla rubinetteria.

Prima di utilizzare qualsiasi prodotto si consiglia di provarlo su una zona ridotta della superficie. Infatti in questo modo se ne potrà testare l’effetto per evitare danni.

Per far brillare i sanitari incrostati e pulire il bagno non solo bicarbonato e aceto ma anche questi 3 furbi rimedi

Il primo rimedio che si potrà utilizzare è il limone unito a del sapone liquido per piatti. Prendere un limone, tagliarlo a metà e spremerlo per ottenerne circa mezzo bicchiere.

A questo punto unire il succo di limone a un paio di gocce di sapone liquido. Il limone potrà essere utilizzato anche da solo, più ecologico ma con meno effetto sgrassante. Una volta mescolato il tutto lasciare agire sulle macchie dei sanitari per una decina di minuti prima di risciacquare abbondantemente con acqua.

Olio di trementina

Il sale è un rimedio molto utile che, però, aumenterà la sua efficacia unito a dell’olio di trementina. Saranno sufficienti circa 30 grammi di olio e un cucchiaio di sale fino.

Con il composto si potrà pulire la vasca e i sanitari utilizzando un panno in microfibra e lasciandolo agire per qualche minuto.

L’olio di trementina è un prodotto molto diffuso e semplice da trovare in negozi fisici e online. Se non si vuole utilizzare Amazon ci si potrà recare in un qualsiasi Fai da Te. I prezzi saranno molto contenuti, circa una decina di euro al litro. Per utilizzare questo prodotto seguire attentamente le istruzioni sulla confezione.

Vapore

Il terzo rimedio che si può utilizzare per far brillare i sanitari incrostati e pulire il bagno è il vapore. Chi ha un vaporetto in casa saprà che può essere utilizzato per pulire la cucina ma anche il bagno. L’utilizzo più conosciuto è quello per rimuovere la muffa dalle fughe delle piastrelle.

Ma questo elettrodomestico è utile anche per la pulizia dei pavimenti, meglio non utilizzarla sul parquet, e dei sanitari.

Infatti il calore sprigionato riuscirà ad eliminare anche le incrostazioni più ostinate dai sanitari ma anche dalla doccia e dalla vasca.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te