Per evitare ristagni di umidità, muffa e frutti piccoli ecco come potare le piante da frutto in allevamento a vaso

Per avere delle piante da frutto in salute e veramente produttive, la potatura è un passo essenziale. Tuttavia, molti commettono l’errore di potare troppo poco o nel modo sbagliato. Il rischio è quello di causare non solo una produzione di frutti scarsa e di bassa qualità, ma anche di far ammalare la pianta.

Prima della potatura, nei mesi freddi, ci sono almeno 3 lavori da fare per partire preparati e ben organizzati. Ma con la fine dell’inverno, dare il giusto spazio e tempo alla potatura è il miglior modo per avere presto un frutteto rigoglioso.

Vediamo in particolare come eseguire la potatura delle piante allevate a vaso.

Cos’è la forma di allevamento a vaso e quali sono i rischi di una cattiva potatura

Tra le forme di allevamento più comuni per le piante da frutto c’è quella a vaso. In questo tipo di allevamento, la pianta si sviluppa in volume e ha un aspetto a imbuto. Ci sarà quindi un tronco principale da cui si diramano da tre a cinque branche primarie e da qui le secondarie ed eventualmente terziarie.

La diramazione è ampia verso l’alto e verso l’esterno, mentre il centro rimane vuoto, pulito, ben illuminato e arieggiato. L’importante è continuare a mantenerlo tale attraverso una corretta potatura.

È proprio al centro della pianta, infatti, che potrebbero svilupparsi dei rami che, crescendo, impedirebbero il passaggio di luce e aria. In particolare, si tratta di polloni e succhioni che tendono a riempire il cuore della chioma, con conseguenze sulla salute della pianta e sulla produttività.

Per evitare ristagni di umidità, muffa e frutti piccoli ecco come potare le piante da frutto in allevamento a vaso

La mancanza di luce e aria nella parte interna della pianta allevata a vaso, potrebbe condurre a ristagni di umidità e alla comparsa di muffa. Senza contare che, in questa condizione, i frutti potrebbero crescere piccoli e marcire più facilmente.

Il modo migliore per evitare questo problema è fare una corretta potatura. Vanno quindi eliminati tutti i rami superflui al centro della pianta, in modo da renderla pulita e libera. Inoltre, in questo modo si manterrà la parte produttiva all’esterno, consentendo una resa tendenzialmente migliore. Per evitare ristagni di umidità, muffa e frutti piccoli ecco come potare le piante da frutto in allevamento a vaso.

Consiglio di lettura

Ecco 3 frutti antichi da riscoprire che pochi conoscono perché molto rari anche tra i banchi del supermercato

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te