Pentole e piatti finalmente disincrostati senza fatica grazie a questo economico sgrassatore naturale

Quando si preparano pietanze piuttosto elaborate, è normale aspettarsi di trascorrere parecchio tempo a togliere i residui di cottura dalle superfici di pentole e piatti. C’è chi utilizza dei prodotti specifici che a volte causano irritazioni alla pelle delle mani e comportano anche dei costi nella spesa di tutti i giorni. Ponendo attenzione a non sprecare davvero nulla in cucina, è possibile riciclare un prodotto che si rivelerà di grande aiuto. Pentole e piatti finalmente disincrostati senza fatica grazie a questo economico sgrassatore naturale.

Come ottimizzare tempo ed energie adottando alcuni semplici trucchi casalinghi

La pulizia degli ambienti domestici e di quello che si utilizza tutti i giorni in cucina richiede sempre del tempo prezioso. Per questo motivo, quando possibile, è utile ottimizzare le risorse a disposizione per faticare meno e avere tempo libero senza inutile dispendio di denaro. In una simile ottica, l’idea del riciclo creativo e del fai-da-te sono diventate ormai una vera e propria filosofia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

È quanto abbiamo mostrato ad esempio nell’articolo “Nessuno butterà più i vecchi maglioni dopo aver scoperto questo fantastico riutilizzo che fa risparmiare soldi”. Le stessa regola si può applicare anche nell’ambito delle pulizie domestiche. Alcuni rimedi prevedono l’utilizzo di prodotti che tutti abbiamo in cucina o in casa per occuparsi delle più varie faccende domestiche. Un esempio lo abbiamo fornito circa le foglie di alloro che possono risolvere uno sgradevolissimo problema che si verifica in molti bagni.

Pentole e piatti finalmente disincrostati senza fatica grazie a questo economico sgrassatore naturale

Come far tornare pentole e piatti immediatamente lucidi a costo zero? Una soluzione estremamente pratica prevede di utilizzare l’acqua di cottura della pasta. Chiunque era solito far scorrere nel lavandino l’acqua di scolo per cuocere la pasta, da oggi potrebbe riutilizzarla per questo scopo. Quando è ancora calda, l’acqua in cui si cuoce la pasta è ricca di sale e di amido. Questo mix di sostanze è ottimo per dare una prima e straordinaria ripulita alle pentole utilizzate per la preparazione delle diverse pietanze. È assai facile intuire quanto si arrivi a risparmiare ogni giorno su detersivo e acqua per il lavaggio delle stoviglie.

Gli impieghi dell’acqua di cottura della pasta sono molteplici ed estremamente vantaggiosi per risolvere molti piccoli problemi domestici. Stessa utilità è possibile ritrovarla nell’acqua di cottura delle patate. Un esempio lo abbiamo fornito nell’articolo “Che spreco buttare l’acqua di cottura delle patate quando è perfetta per lavare questi tessuti delicati”. Con un occhio attento al risparmio, anche l’ambiente potrebbe facilmente giovare di molte scelte economiche.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te