Ottobre e ritorno in palestra, cosa serve per accedere oltre al Green Pass

Dal 15 ottobre l’Italia inaugurerà una nuova fase in cui il Green Pass diventerà obbligatorio per accedere in determinati locali, tra cui gli uffici pubblici. Questa situazione sta creando non poche proteste da parte di molti cittadini italiani e non sappiamo ancora come si evolverà la situazione. Sappiamo però che lo stato di emergenza sarà in vigore fino al 31 dicembre e restiamo in attesa di ulteriori sviluppi.

Se questa situazione ci sembra “nuova” in certi contesti, tuttavia non lo è per tanti altri. Ci riferiamo ad esempio alle palestre, in cui l’obbligo di esibire la certificazione verde è già in vigore dal 6 agosto.

Ottobre è il mese del ritorno all’attività motoria, il momento in cui sentiamo il bisogno di rimetterci in forma. Anche il meteo supporta questa scelta, dato che la pioggia non ci consente più di passeggiare all’aria aperta. Ma cosa servirà in sala oltre al Green Pass?

Ottobre e ritorno in palestra, cosa serve per accedere oltre al Green Pass

Innanzitutto ci servirà il certificato medico sportivo. Attenzione però, perché non tutte le palestre lo richiedono.

Difatti, la certificazione di attività non agonistica non risulta obbligatoria per l’accesso alle sale attrezzi. Tuttavia, alcuni gestori hanno deciso di richiederla, magari per motivi assicurativi.

Oltre all’eventuale certificazione, non bisogna mai dimenticare l’asciugamano da sport, che possiamo scegliere in vari tessuti. Il migliore è probabilmente in spugna perché assorbe efficacemente il sudore.

Inoltre, proprio in periodo di Covid, questo semplice strumento serve a garantire la corretta igiene degli attrezzi ogni volta che li si utilizza. Se prima ne era consigliato l’uso, ora potremmo dire che è un dovere per sé e per gli altri.

Scarpe e mascherina

Ottobre e ritorno in palestra, cosa serve per accedere oltre al Green Pass? Tante palestre, forse la maggior parte, hanno stabilito che bisogna utilizzare in sala soltanto un certo paio di scarpe. Ciò significa che non ci si potrà allenare con le stesse con cui abbiamo camminato per strada. Anche questa è una regola che molte palestre avevano già stabilito prima della pandemia, ma oggi vale quasi dappertutto.

Occhio poi a non dimenticare la mascherina. Certo, non bisogna indossarla per correre, ma si chiede di utilizzarla negli spostamenti tra un attrezzo e l’altro, una sala e l’altra anche degli eventuali corsi.

Non dimentichiamo poi di igienizzare le macchine o i tappetini dove abbiamo svolto gli esercizi, con gli appositi prodotti disponibili in tante palestre. Non si tratta in tal caso di qualcosa “da portare”, ma di una piccola accortezza di igiene da seguire.

Piccole regole ed ecco che potremo tornare a fare sport serenamente e in sicurezza.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te