Oltre a cachi, prugne, fichi e fagiolini, ecco gli alimenti per andare subito in bagno che potrebbero risvegliare l’intestino pigro e addormentato

Una corretta alimentazione e delle buone abitudini di vita ci permettono di stare meglio con il nostro corpo. Non è raro che, a causa di quello che mangiamo o per atteggiamenti errati, si vada incontro a episodi di stipsi.

La difficoltà a evacuare è un problema che affliggerebbe una fetta importante della popolazione. A soffrirvi sarebbero in particolare le donne e gli individui che hanno superato una certa soglia d’età.

La dieta potrebbe giocare un ruolo importante e grazie ad alcuni cibi comuni potremmo dare una mano alla regolarità intestinale. Alcuni li conosciamo già, ma vi sarebbero altri alimenti che dovremmo integrare più spesso nel menù. Proseguiamo nella lettura per scoprire quali ci consigliano gli esperti in materia.

Quando si può parlare di stipsi

Purtroppo, non vi sarebbe una condizione specifica che si possa ricollegare ai casi di stitichezza. In ogni caso, si potrebbe soffrire di questo problema quando si andrebbe in bagno per meno di 3 volte alla settimana. Degli ulteriori segnali di allarme potrebbero riguardare gonfiore, meteorismo e dolori all’addome. Oltre che, naturalmente, la difficoltà a espellere le feci particolarmente dure.

La stipsi sarebbe di norma una condizione temporanea, ma qualora dovesse durare per più di 6 mesi, passerebbe da transitoria a cronica. In questo caso gli individui colpiti potrebbero soffrire di disfunzioni motorie intestinali o malattie come diverticolosi e diabete.

Per scoprire se effettivamente si ha questo problema ci si potrebbe sottoporre a specifici esami, come defecografie o colonscopie. Nel frattempo, potremmo dare una mano a noi stessi partendo dalla tavola. Scopriamo come e cosa mangiare per combattere la stipsi.

Oltre a cachi, prugne, fichi e fagiolini ecco gli alimenti per andare subito in bagno che potrebbero risvegliare l’intestino pigro e addormentato

La prima regola per tentare di prevenire o combattere la stitichezza mangiando è introdurre fibre nell’organismo. Probabilmente lo si sapeva già, ma quali sono realmente i cibi migliori che abbiamo a disposizione in questa situazione?

Nello specifico dovremmo dare il via libera a pere, albicocche, carciofi, zucchine, melanzane, cavolfiori e broccoli.

Cerchiamo di consumare almeno una porzione di verdura per pasto, meglio cotta al vapore o  lesso e almeno un paio di frutti al giorno. Per stimolare ulteriormente l’intestino a cena prepariamoci una minestrina calda o un buon passato di verdure. Non dovremmo dimenticarci nemmeno dei legumi e, soprattutto, di bere molta acqua. Dunque, oltre a cachi, prugne, fichi e fagiolini, sono questi gli alimenti che dovremmo mangiare.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te