Occhi arrossati, lacrimazione eccessiva e mal di testa potrebbero dipendere da questa condizione che in estate non andrebbe mai sottovalutata

L’estate non è ancora ufficialmente arrivata, ma grazie alle alte temperature molti frequentano già il mare. Relax, camminate sulla spiaggia, ma soprattutto tintarella. Infatti, per molti è importante tornare in città con la pelle ambrata. Secondo gli esperti dovremmo evitare di rimanere al sole nelle ore più calde della giornata. Difatti, dalle 12 alle 16, il calore dei raggi è all’apice della sua intensità. Ma anche durante le altre ore della giornata è consigliato non esagerare, munirsi di crema solare e cappellino per coprire la testa.

Occhi arrossati, lacrimazione eccessiva e mal di testa potrebbero dipendere da questa condizione che in estate non andrebbe mai sottovalutata

Spesso però capita di voler abbronzarsi in poco tempo, non rispettando le regole fondamentali. Quindi si rimane tutto il giorno sotto al sole e si evita di spalmare la crema solare. Agendo in questo modo, probabilmente a fine giornata ci ritroveremo con la pelle arrossata e nei giorni successivi anche con delle bolle più o meno gravi. Potrebbero anche sopraggiungere occhi arrossati, lacrimazione eccessiva e mal di testa. Facciamo molta attenzione, perché questi sintomi potrebbero indicare una pericolosa insolazione.

Questa condizione, che non dovremmo mai sottovalutare, provocherebbe sia un aumento della temperatura corporea, sia delle scottature sulla pelle. Per evitare questa spiacevole e pericolosa situazione, dovremmo non esporci al sole e non fare sport nelle ore più calde della giornata. Ma anche idratare continuamente il corpo e mangiare cibi leggeri. Non dimentichiamo di indossare il cappellino per proteggere la testa e gli occhiali da sole per gli occhi.

In estate è anche fondamentale alimentarsi nel modo corretto. Prediligiamo frutta e verdura di stagione, non esageriamo con le calorie, che potrebbero far aumentare la temperatura. Inoltre, dovremmo reintegrare i liquidi persi con la sudorazione. La regola generale sarebbe quella di bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Molto importante è anche aprire le finestre e far arieggiare le stanze al mattino presto o la notte, per evitare che, facendolo invece durante le ore di punta, entrino i raggi del sole.

Cosa fare in caso di insolazione

Quando ci troviamo in presenza di un’insolazione dobbiamo immediatamente chiamare i soccorsi. Ma nell’attesa che la guardia medica arrivi, non rimaniamo con le mani in mano. Trasportiamo la persona colpita in un luogo ombreggiato. Bagniamole il capo e i polsi, diamole da bere e alziamole le gambe.

Lettura consigliata

Perfetta da bere fredda questa tisana casalinga che aiuterebbe ad accelerare il metabolismo e a dissetarsi durante le giornate calde

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te