Nuovo pericolo per i conti correnti perché questo virus clona le app bancarie ma ecco come difenderci e salvare i nostri soldi

Negli ultimi anni la tecnologia ha fatto enormi passi avanti rendendoci la vita quotidiana molto più comoda. Oggi tramite il pc e lo smartphone facciamo praticamente di tutto, dal pagare le bollette a gestire il conto in banca. Purtroppo, però, questa situazione crea non pochi problemi a livello di sicurezza informatica. Quotidianamente leggiamo news relative ad attacchi hacker volti a rubare i dati personali e i dati bancari. E proprio pochi giorni fa è arrivato un nuovo pericolo per i conti correnti. Ovvero un virus in grado di clonare le app bancarie. Vediamo di cosa si tratta e come difendersi.

I trojan bancari non sono una novità assoluta e non mancano strategie di difesa efficaci. Il problema più grande è che la loro pericolosità si evolve in tempi record. È proprio il caso del virus Ermac, recentemente “aggiornato” alla versione 2.0.

Ermac 2.0 è un virus davvero terribile che colpisce il sistema operativo Android. Il suo obiettivo è quello di carpire le credenziali di accesso all’home banking dei singoli utenti. Il dramma è che questa nuova versione è in grado di imitare alla perfezione la bellezza di oltre 450 app di istituti bancari.

Anche il funzionamento è davvero subdolo. Una volta arrivato sullo smartphone, Ermac simula la schermata di accesso all’home banking. Qui i malcapitati utenti inseriscono i propri dati, permettendo l’accesso al proprio conto agli hacker.

Dati che vengono poi utilizzati per fare bonifici, principalmente all’estero, e svuotare il conto.

Nuovo pericolo per i conti correnti perché questo virus clona le app bancarie ma ecco come difenderci e salvare i nostri soldi

Difendersi da Ermac 2.0 è più facile di quanto crediamo. Il primo buon consiglio è quello di evitare di scaricare app direttamente dai siti o da store di dubbia origine. Molto meglio affidarsi ai negozi di app ufficiali come Play Store e App Store. Garantiscono un elevato livello di controllo e in più ci permettono di leggere le recensioni degli utenti in merito alla sicurezza.

Se usiamo spesso le app di home banking una pratica salva-vita è quella di attivare il protocollo SCA. SCA sta per Strong Customer Authentication ed è uno dei sistemi di sicurezza più efficaci. Il funzionamento è semplicissimo. Ogni volta che facciamo un bonifico dall’app ci verrà richiesta una conferma aggiuntiva di autorizzazione tramite password o impronta digitale. Un doppio livello di protezione che riesce a scongiurare la maggior parte degli attacchi informatici bancari.

Lettura consigliata

Facciamo grande attenzione all’ennesima e terribile truffa informatica che in pochi secondi ci ruba il profilo WhatsApp tramite una semplice telefonata

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te