Non solo pesce, questi alimenti potrebbero abbassare i trigliceridi velocemente e in modo naturale con una semplice dieta settimanale

Avere una dieta equilibrata ha tanti vantaggi e tra questi il controllo dei grassi presenti nel sangue che se in eccesso potrebbero portare numerosi problemi di salute. I grassi si accumulano nelle cellule che formano il tessuto adiposo e vengono utilizzati dall’organismo all’occorrenza quando, per esempio, siamo a corto di energie. Questa, però, è una presenza scomoda. Avere i livelli di trigliceridi alti potrebbe portare a malattie come coronaropatie, ictus o infarto.

Nella dieta quotidiana un alleato che ci aiuta a tenere i trigliceridi sotto controllo sarebbe il pesce. Il contenuto di omega 3 sarebbe fondamentale per provare a ridurre il valore anche con quantità limitate se assunte per almeno 3 giorni a settimana. Ma gli alimenti buoni che ci proteggono sarebbero diversi e non sempre abbiamo una conoscenza approfondita sull’argomento. Alcuni cibi considerati dannosi potrebbero essere, invece, una vera e propria risorsa.

Un alimento sorprendente

Non solo pesce, però, questa alimenti, infatti, ci aiuterebbe a combattere i trigliceridi i cui valori tenderebbero a salire non appena la nostra dieta perde varietà e colore.

Il colore rosso è molto importante nei cibi che assumiamo per allontanare i grassi dalle nostre cellule. Fragole e mirtilli, dunque, sarebbero frutti ricchi di benefici per la ridotta quantità di zucchero e per la presenza delle vitamine e degli antiossidanti.

La colazione sarebbe un pasto fondamentale per cominciare la giornata con energia e per distribuire le calorie nella maniera corretta quando alterniamo i pasti agli spuntini. Caffè e frutta dovrebbero essere alimenti sempre presenti nei primi pasti della giornata.

La caffeina potrebbe essere considerato un alimento controverso ma sarebbe utile contro l’obesità, ridurrebbe la conservazione dei lipidi e la produzione di trigliceridi. Così come fragole e mirtilli, anche i kiwi sono leggeri e in più avrebbero un’azione importante di eliminazione dei lipidi.

Non solo pesce, questi alimenti potrebbero abbassare i trigliceridi velocemente e in modo naturale con una semplice dieta settimanale

Fibre e vitamine sarebbero armi di cui non possiamo fare a meno se vogliamo prevenire il diabete e l’obesità. Per avere un apporto equilibrato potremmo ricorrere anche alle tisane. Quelle a base di carciofo, cicoria, tarassaco e cardo mariano hanno tantissime proprietà e ci aiuterebbero, se consumate durante la giornata, a equilibrare i valori del colesterolo e dei trigliceridi. Possiamo consumarle tutto l’anno grazie alle erbe essiccate. 

I trigliceridi possono attestarsi su valori alti sia per motivi genetici che per il contenuto di determinati cibi. Il carciofo e la cicoria sarebbero verdure depurative, il tarassaco sarebbe diuretico e aiuterebbe il fegato a tenersi attivo, il cardo mariano sarebbe utile per proteggere il fegato e l’apparato digerente.

Solitamente, è l’olio di pesce a venire consigliato per chi soffre di ipertrigliceridemia. Inserendolo nella dieta insieme alle tisane, su indicazione del nostro nutrizionista, potremmo risolvere il problema in maniera naturale.

Lettura consigliata

Avrebbe poche proteine e niente lipidi questo alleato della dieta che brucerebbe i grassi con fosforo, potassio e vitamine pregiate

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te