Non solo per pulire le piastrelle o lucidare l’argento, scopriamo come il bicarbonato possa dare energia e aiutare a tenersi in forma

In molti, con l’avvento della primavera, hanno deciso di calzare scarpe da ginnastica o da running per ricominciare con l’attività fisica, in vista dell’estate. Sono i classici stagionali, che entrano in letargo verso novembre e riappaiono con l’inizio di aprile. Quelli che si presentano con la pancetta da smaltire, qualche chilo di troppo su sedere e cosce, che pensano che lo sport si debba fare solo dai 15 gradi in su. Quelli che “non sono più un ragazzo” e che, di conseguenza, pensano di preservare il corpo fermandosi d’inverno, senza pensare all’errore che stanno commettendo.

Infatti, come in gran parte delle cose, quando si interrompe e si ricomincia, molto spesso qualcosa si perde. Sono in pochi quelli che riescono scientemente a perdere e ritrovare la forma ogniqualvolta lo vogliano.

Tutti coloro che svolgono attività fisica, siano stagionali, abituali o addirittura fanatici, sanno perfettamente quanto sia importante reintegrare dopo lo sforzo. Non solo, ma è fondamentale farlo anche durante, soprattutto con il caldo. Oggi andremo a vedere come farlo anche prima, andando a mettere una benzina “speciale” nel motore. Un prodotto che tutti abbiamo in casa, spesso usato nella pulizia, ma che è ottimo anche come aiuto in caso di sforzo fisico.

Stiamo parlando del bicarbonato. I suoi utilizzi sono molteplici. Lo abbiamo visto per trattare l’argento, sbiancare le fughe delle piastrelle e in altre occasioni. Per il nostro corpo, per esempio, è utilissimo per liberare il naso in caso di raffreddori o problemi respiratori con i famosi fumenti.

Non solo per pulire le piastrelle o lucidare l’argento, scopriamo come il bicarbonato possa dare energia e aiutare a tenersi in forma

Tanti atleti, anche di vertice, sanno che il bicarbonato è un integratore fondamentale da prendere quando si vuole fare attività ad alta intensità per un periodo lungo. Questo perché servirebbe ad alzare il pH delle cellule che l’acido lattico, sotto sforzo, inevitabilmente va ad abbassare, provocando quei dolori muscolari che ci inducono a fermarsi. Il bicarbonato permetterebbe di ridurre l’acidità, garantendo delle prestazioni più lunghe, allontanando la soglia della fatica.

Quanto e come prenderlo? Circa un’ora e mezza prima della prestazione, tenendo come riferimento un quantitativo di 0,3 grammi per ogni chilo di peso, sciolto in un bicchiere d’acqua. Una persona di 80 kg, quindi, dovrebbe assumerne 24 grammi.

Ovviamente, non bisogna eccedere con il suo utilizzo. Il sodio, infatti, può stimolare la sete, ma non solo, anche l’ipertensione. Di conseguenza, bisogna sempre stare attenti alla sua assunzione. Teniamo presente che gli atleti professionisti si avvalgono di preparatissimi staff che li seguono. Non dobbiamo mai metterci a confronto con loro. Quindi, via libera al bicarbonato come integratore, ma facendo comunque attenzione ad assumerlo, soprattutto in via continuativa.

Non solo per pulire le piastrelle o lucidare l’argenteria, ma anche per aiutarci in uno sforzo fisico prolungato. Per aumentare la soglia della fatica, stando sempre bene attenti, però, perché nessuno di noi è un atleta come Cristiano Ronaldo.

Lettura consigliata

Ginseng e guaranà sono ottimi, ma per combattere spossatezza e mal di primavera consumiamo questo superfood ricavato da una pianta sudamericana

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te