Non serve il repellente se le zanzare si riproducono nei nostri giardini terrazzi e balconi in questi punti che non controlliamo mai

La guerra contro le zanzare si ripete ogni estate, ma per la maggior parte di noi sembra una battaglia persa. Nonostante i repellenti, i rimedi naturali e le zanzariere, quei malefici succhiasangue sembrano trovare sempre il modo di invadere le nostre case. Ma la verità è che generalmente le zanzare non si allontanano più di qualche decina di metri dal luogo dove sono nate. Se il nostro giardino o il nostro balcone è infestato di zanzare, quindi, è probabile che queste siano nate proprio vicino a casa nostra. Ma quali sono i nascondigli che le zanzare usano per deporre le uova, e dove crescono le loro larve? Sembra impossibile, ma nei nostri balconi e giardini le zanzare trovano molte opportunità.

Possono riprodursi in pochi millimetri d’acqua

Le zanzare possono riprodursi soltanto se trovano dell’acqua. Le loro larve infatti trascorrono la vita prima della metamorfosi in adulto esclusivamente in acqua. Ma anche se non abbiamo laghetti, stagni, o fiumi nelle vicinanze, le zanzare possono benissimo riprodursi vicino a casa nostra. Gli bastano infatti pochi millimetri d’acqua per riprodursi. Vediamo dove si nascondono.

Non serve il repellente se le zanzare si riproducono nei nostri giardini terrazzi e balconi in questi punti che non controlliamo mai

Il primo e più ovvio nascondiglio delle larve di zanzare sono i sottovasi. Si tratta dell’ambiente ideale, sicuro, ombreggiato, e privo di predatori. Ma non solo. Anche i pochi millimetri d’acqua che rimangono nelle grondaie dopo una pioggia, o i teli di plastica sul terreno, o le pozzanghere che si formano in buche sull’asfalto possono dargli rifugio. Controlliamo dunque benissimo ogni centimetro del nostro orto o balcone, ed eliminiamo qualunque tipo di acqua stagnante, perché alle zanzare basta davvero poco per riprodursi.

Versiamo qualunque acqua stagnante al massimo ogni sette giorni

Non serve il repellente se le zanzare continuano a riprodursi nel nostro giardino. Ma c’è una buona notizia: le larve necessitano di almeno 7 giorni di sviluppo prima di trasformarsi in adulto. Dunque abbiamo un’arma a nostra disposizione. Eliminiamo ogni sorta di acqua stagnante regolarmente, e rigorosamente entro sette giorni dalla sua formazione. I sottovasi andrebbero svuotati e puliti almeno una volta alla settimana. Controlliamo anche canali di scolo e pozze. Se abbiamo un orto, non lasciamo l’acqua negli annaffiatoi. Seguiamo anche alcune semplici regole per prevenire un’infestazione di zanzare in giardino.

Approfondimento

Sono questi i colori migliori da indossare per non attirare le zanzare e trascorrere la serata senza punture

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te