Niente più panni stesi in casa e puzza di umido con questa soluzione semplice e davvero vantaggiosa

Quando all’esterno le temperature si abbassano e le condizioni meteo non sono particolarmente favorevoli, diventa un vero problema far asciugare i panni appena lavati.

Pur sfruttando le ore più calde e soleggiate della giornata, a volte si rischia di avere il bucato umido per giorni e maleodorante. Per questo motivo, molti ricorrono a rimedi estremi e trasferiscono lo stendibiancheria all’interno per sfruttare il calore domestico e quello dei termosifoni. Tuttavia, questa soluzione potrebbe non essere quella ideale per diverse ragioni. Attualmente, per risolvere in maniera definitiva il problema del bucato quando è inverno e fuori piove, è possibile sfruttare alcuni Bonus specifici. Niente più panni stesi in casa e puzza di umido con questa soluzione semplice e davvero vantaggiosa che esploriamo nelle seguenti righe.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Le famiglie potranno ricevere numerosi aiuti economici e agevolazioni

Da quando il nostro Paese ha imposto l’obbligo di restare in casa per contrastare la dilagante epidemia, la vita di molti contribuenti è totalmente cambiata. C’è chi ha trascorso un tempo talmente lungo nelle mura domestiche da aver sentito l’esigenza di rendere ancora più confortevole la propria dimora. C’è, invece, chi ha assistito ad una vera e propria trasformazione della propria dimensione lavorativa dirottando verso lo smart working.

Qualunque sia la ragione, molte famiglie hanno deciso di fruire delle diverse agevolazioni statali che puntano a rendere più efficiente sul piano energetico l’abitazione. Un esempio lo abbiamo illustrato con l’articolo: “Per il riscaldamento di casa arriva un Bonus alle famiglie che presentano richiesta senza limiti ISEE”. In questi mesi c’è chi ha investito parecchio per la propria casa e non sempre si conoscono tutte le agevolazioni che è possibile sfruttare. Ad esempio, pochi sanno che spettano quasi 200 euro di detrazione a fine anno presentando una semplice certificazione. Nell’ottica del miglioramento energetico, c’è un ulteriore aiuto che è bene non lasciarsi sfuggire.

Niente più panni stesi in casa e puzza di umido con questa soluzione semplice e davvero vantaggiosa

Se in casa il bucato umido rappresenta un reale problema, si potrebbe acquistare un’asciugatrice sfruttando il Bonus elettrodomestici come indicato dall’Agenzia delle Entrate.

Si tratta di una detrazione pari al 50% dei costi sostenuti per l’acquisto di nuovi elettrodomestici fino ad una spesa massima di 16 mila euro. La spesa si dovrà effettuare entro il 31 dicembre 2021 e sarà valida per modelli di classe almeno A+. È importante ricordare che la fruizione dell’agevolazione scatta in presenza di interventi di ristrutturazione edilizia. Tali interventi possono prevedere ricostruzioni, manutenzione ordinaria, straordinaria o risanamento conservativo. L’asciugatrice è uno di quegli elettrodomestici che a pieno titolo rientra nella detrazione che prevede il Bonus elettrodomestici.

Il suo acquisto eliminerebbe l’enorme problema del bucato umido durante l’inverno e le giornate piovose. I prezzi delle asciugatrici variano molto in base al modello e alla classe energetica, andando da circa 300 euro fino a circa 1.000 euro. Grazie all’agevolazione, il 50% della spesa potrebbe rientrare in forma di detrazione nell’arco di 10 anni consentendo un enorme risparmio sui costi. Chi rientra dunque nei requisiti per fruire del Bonus, ha ancora un mese di tempo per effettuare l’acquisto.

Approfondimento

Oltre ad asciugatrici e condizionatori ecco cosa comprare con questo Bonus senza ISEE per le famiglie

Consigliati per te