Nessuno ci pensa mai ma per amare la lettura non servono gli obblighi ma trucchi astuti

Le persone si dividono in due categorie: c’è chi divora un libro dopo l’altro e chi entra in libreria per chiedere indicazioni stradali o per ripararsi da una pioggia inattesa. Senza dare alcun giudizio morale, vogliamo ricordare al lettore che l’Italia si posiziona abbastanza in basso a livello europeo per numero di lettori e libri letti. Il problema sta proprio nel fatto che chi non legge, non si invoglia a farlo con rimproveri o con battute poco eleganti. Magari alcuni hanno avuto la fortuna di nascere in famiglie che hanno trasmesso loro il piacere della lettura. Altri invece non hanno ricevuto questa possibilità e non hanno mai visto nessuno leggere. Non sarà quindi con le cattive maniere e le prese in giro che si riuscirà a portare le persone verso la lettura. Infatti, nessuno ci pensa mai ma per amare la lettura non bisogna dare obblighi ma utilissimi consigli.

Libertà e consiglio

Partiamo con un’idea di base. Se le persone che vogliamo incoraggiare a leggere non ci vedono mai farlo non lo faranno mai. Il primo buon consiglio da dare dunque è l’azione stessa di leggere, di prendersi qualche minuto al giorno per sedersi comodamente sulla poltrona e leggere. Sia che siano dei bambini sia che siano degli adulti, le persone cercano sempre di emulare chi sta vicino. In secondo luogo, bisogna sempre ricordarsi che cambiare o far cambiare le abitudini delle persone può rivelarsi difficile e lungo. Il cambiamento è sempre un processo che ha bisogno dei suoi modi e dei suoi tempi. Inoltre, una persona più legge è più ha voglia di leggere perché comincia ad avere gli strumenti per immaginare sempre di più. La lettura richiede infatti molta immaginazione, attitudine che si sviluppa con l’esercizio come ogni altra cosa.

Come ricorda il sottotitolo, la libertà è la base per una lettura gradita. Possiamo naturalmente invogliare le persone a leggere un libro che abbiamo particolarmente gradito ma non dobbiamo obbligarle a farlo. Ci sono tantissimi generi di libri e ognuno deve trovare il suo preferito.

Nessuno ci pensa mai ma per amare la lettura non servono gli obblighi ma trucchi astuti

Una volta che abbiamo convinto una persona a leggere un libro, è buona norma chiederne il parere. Dobbiamo farci vedere bendisposti con la persona in questione, ascoltare la sua opinione, magari dire la propria. In questo modo si creerà un rapporto di parità che verrà proprio ben visto. Si può anche pensare di trovare un momento per leggere insieme, o quantomeno bisogna creare nella propria casa un angolo biblioteca così da facilitare la lettura.

Approfondimento

Ecco il libro che ha cambiato la vita a milioni di persone nella storia

Consigliati per te